HOME Articoli

Editoriali Coglione no. “Ti offro una grande occasione di visibilità: lavorare gratis”

Editoriali Pubblicato il 13 gennaio 2014

Articolo di




> Editoriali Pubblicato il 13 gennaio 2014

#coglioneNo è la nuova campagna dei creativi italiani volta a ribellarsi contro lo sfruttamento di manodopera gratuita: i due video apparsi sul web.

Quante volte vi siete sentiti dire: “Non abbiamo budget per pagarti, ma almeno ti diamo l’occasione per farti una visibilità”. È la sorte dei freelance, nuovi giovani disoccupati che offrono le proprie prestazioni un po’ a destra, un po’ a manca, in attesa di sfondare. Investimenti in immagine a tempo indeterminato, ma, dopo anni di sacrifici, ad essere investiti sono solo i sogni.

Da questa premessa nasce #coglioneNo, una campagna ideata da Stefano De Marco, Niccolò Falsetti e Alessandro Grespan, tre giovani creativi e ironici.

Sul web stanno spopolando due video.

In uno dei due (lo vedete in fondo a questo articolo), un giardiniere, dopo aver potato l’albero di una villa romana, si sente dire dal proprietario:

Per questo progetto non c’è budget. Non ho capito: io te sto’ a dare l’occasione di lavorare in un giardino di un certo tipo. È un’occasione per te, non lo capisci? Scusa, tu che vuoi fare nella vita? Vuoi fare questo? Il giardiniere? È il sogno tuo?  Allora ricordatelo ragazzo: nella vita per realizzare i sogni c’è bisogno un po’ di sacrifici”.

Ti sembra una frase da stronzo?

A un freelance lo dicono sempre

Freelance si. #coglione no.

In un secondo video, invece, un idraulico, dopo aver riparato il bagno, si sente dire dal padrone di casa:

Per questo progetto non c’è budget; però mi è venuta un’idea. Ti offro una grande occasione di visibilità. Appena tu vai via mi faccio una foto sulla tazza che hai appena sistemato e poi te la metto su Facebook, più Twitter e Istagram e poi ti taggo”.

Questo secondo video lo potete vedere su una pagina di Wired.it a questo indirizzo.

Creativi o non creativi, professionisti, imprenditori, artigiani e tirocinanti, giovani in attesa di prima occupazione, stagisti e disoccupati: sono tutti stanchi di essere sfruttati e di sentirsi dire: “Ti offro una grande opportunità”. Sarà anche il mercato ad essere diventato globale e costruirsi un brand è divenuto tanto importante quanti difficile; sarà anche colpa della crisi economica e delle difficoltà di impiego. Ma … coglioniNo!

E tu? Anche a te è stata data una “grande occasione di visibilità”?


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI