Cronaca | News

Covid: proposto un nuovo documento per andare all’estero

28 Dicembre 2020
Covid: proposto un nuovo documento per andare all’estero

Oltre a carta d’imbarco e carta d’identità, potrebbe essere necessario un passaporto sanitario digitale, all’indomani dell’emergenza sanitaria.

Per ora, è solo una possibilità, ma si sta lavorando per renderla realtà. È il passaporto sanitario digitale, un ulteriore documento che potrebbe aggiungersi a quelli che già si portano con sé per volare in un Paese estero. Se fosse introdotto, bisognerebbe dotarsi di una nuova applicazione sullo smartphone. Quindi, dopo il download, l’iscrizione con tutti i propri dati, compresi quelli sanitari.

L’utilità, neanche a dirlo in tempo di pandemia, sarebbe quella di permettere a una compagnia aerea di avere la prova che ci si è sottoposti a tampone e l’esito è stato negativo o anche che il passeggero ha fatto il vaccino contro il Coronavirus. Un passaporto sanitario digitale, appunto, cioè un via libera al viaggio perché si è sicuri e non infetti.

Ci sono diversi progetti allo studio, funzionanti più o meno tutti nel modo descritto poco fa. Li ha riepilogati oggi il Corriere della Sera. Per esempio, c’è CommonPass, in corso di sperimentazione da parte di numerosi vettori come Lufthansa, JetBlue, United Airlines, Swiss International Airlines, Virgin Atlantic e Airport Council International, la principale associazione che rappresenta gli aeroporti (circa duemila a livello mondiale). Il suo vantaggio è di essere collegata a molte strutture cliniche pubbliche e private.

Un altro progetto è Travel Pass che invece punta a costruire un sistema di raccolta di informazioni sanitarie il più possibile condiviso. Se infatti è vero che il passaporto sanitario digitale renderebbe più sicuri i nostri viaggi, è anche vero che il rischio è che le regole cambino da Stato a Stato. Questo comporterebbe la necessità di scaricare più app, a seconda della compagnia con cui si viaggia. Per ora, la sta sperimentando Singapore Airlines.

Oltre a consentire al singolo di esibire una prova del tampone negativo o del vaccino, l’app dà anche una serie di informazioni preliminari, come l’elenco dei laboratori dove eseguire il test o le precauzioni sanitarie richieste, nello specifico, dal Paese di destinazione.

Un terzo progetto, chiamato Digital Health Pass, è pensato non solo per i viaggi in aereo ma anche per altri luoghi dove gli assembramenti sono la regola. Per esempio, può essere usata dagli organizzatori di grandi eventi.

Se il passaporto sanitario digitale, al momento, è un’idea da testare è perché le possibili controindicazioni sono molte. A una si è già accennato prima, parlando del rischio di dover scaricare più app, generando confusione negli utenti. Un altro problema riguarda il vaccino: non tanto e non solo perché si tradurrebbe in una discriminazione nei confronti di chi non l’ha voluto fare.

La questione della discriminazione non si pone unicamente in termini di libera scelta, ma ha anche implicazioni che da essa prescindono. Ci sono infatti numerosi casi in cui volersi vaccinare non basta. Nei Paesi più poveri del mondo, le vaccinazioni partiranno in ritardo e tra mille difficoltà. Quanto al mondo occidentale, le popolazioni verranno vaccinate per priorità, partendo dalle categorie più esposte e fragili.

Questo implica che i giovani, cioè paradossalmente proprio coloro che sono più inclini a viaggiare all’estero, possano essere temporaneamente esclusi dal sistema. Il che vorrebbe dire, se entrasse davvero in vigore il passaporto sanitario digitale, non potersi muovere fino alla somministrazione del vaccino.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube