Inpgi, ReteCom: “Costernati da Conte, allargamento a comunicatori lesivo loro diritti”

30 Dicembre 2020
Inpgi, ReteCom: “Costernati da Conte, allargamento a comunicatori lesivo loro diritti”

Roma, 30 dic. (Adnkronos/Labitalia) – “Presidente Giuseppe Conte, siamo costernati nell’aver ascoltato quanto da Lei affermato nel corso della conferenza stampa di fine anno di questa mattina. Il suo auspicio di ‘salvare’ l’Inpgi, l’Istituto privato di previdenza dei giornalisti Italiani, con l’allargamento della platea contributiva ai comunicatori è lesivo dei diritti di centinaia di migliaia di persone oltre a risultare palesemente in contraddizione con quanto espresso dal sottosegretario Martella nel corso dell’incontro governo e vertici Inpgi del 9 dicembre scorso”. E’ quanto si legge in una lettera aperta di ReteCoM, la Rete delle associazioni per la comunicazione e il management al premier Conte.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube