Diritto e Fisco | Articoli

Cosa è vietato portare in aereo?

6 Aprile 2021
Cosa è vietato portare in aereo?

Prima di partire per un viaggio in aereo è bene sapere quali oggetti possono essere portati e quali sono vietati.

Hai prenotato la tua vacanza negli Stati Uniti d’America. Dovrai affrontare un lungo viaggio in aereo e vorresti portare nel bagaglio a mano molte cose che potrebbero servirti in cabina. Vorresti sapere quali oggetti sono consenti e quali sono vietati a bordo.

Soprattutto a seguito degli attacchi terroristici avvenuti agli inizi degli anni 2000, realizzati proprio con l’utilizzo di aeromobili, sono state rafforzate notevolmente le misure di sicurezza con riferimento al traffico aereo, sia negli aeroporti che a bordo degli aerei.

Inoltre, sono state introdotte delle misure restrittive con riferimento agli oggetti ed ai bagagli dei passeggeri.

Ma cosa è vietato portare in aereo? Per individuare gli oggetti che non possono mai essere portati con sé durante un viaggio in aereo occorre, innanzitutto, distinguere tra bagaglio a mano e bagaglio in stiva. Ma andiamo per ordine.

Bagaglio a mano: perché conviene?

Sono molti i passeggeri del trasporto aereo che rinunciano a portare con sé il bagaglio in stiva e decidono di portare solo il bagaglio a mano.

I motivi di questa scelta sono molti:

  • motivi economici: il bagaglio in stiva richiede, nella gran parte dei casi, il pagamento di un supplemento sul biglietto aereo;
  • evitare la fila: imbarcare il bagaglio in stiva significa annullare gli effetti positivi del check in online e dover attendere in fila l’imbarco delle valigie. Inoltre, all’arrivo, occorre attendere l’arrivo del bagaglio sul nastro trasportatore;
  • motivi di sicurezza: è successo spesso che i bagagli in stiva venissero persi, danneggiati o derubati;
  • motivi di praticità: il bagaglio a mano è a disposizione del passeggero che può prendere, durante il viaggio, ciò che gli serve.

Bagaglio a mano: cosa è vietato portare?

Portare il solo bagaglio a mano è conveniente per i motivi che abbiamo esposto ma, prima di partire, occorre conoscere con precisione quali sono gli oggetti che non possono mai essere imbarcati con la valigia di bordo.

In particolare, nel bagaglio a mano è vietato portare ciò di cui ti parleremo nei prossimi paragrafi.

Armi e oggetti taglienti

Sono vietate nel bagaglio a mano tutte le tipologie di armi da fuoco nonché qualsiasi oggetto in grado di arrecare lesioni, tra cui:

  • accendini;
  • armi giocattolo;
  • balestre;
  • strumenti di difesa a scossa;
  • fionde;
  • pistole, anche se ad aria;
  • lanciarazzi;
  • starter.

Parimenti vietati sono gli oggetti taglienti come:

  • coltelli;
  • asce ed accette;
  • bisturi;
  • forbici con lame lunghe oltre 6 cm;
  • frecce;
  • pattini per il ghiaccio;
  • piccozze;
  • ramponi;
  • lame da rasoio;
  • temperini.

Sostante tossiche o infiammabili

Nel bagaglio a mano non possono essere portati nemmeno oggetti che rientrano nella categoria degli esplosivi e sostanze infiammabili.

Sono dunque vietati:

  • candelotti, micce e detonatori;
  • combustibili liquidi;
  • acquaragia;
  • vernice a spruzzo;
  • fuochi d’artificio;
  • bevande con oltre il 70% di alcol.
  • sostanze chimiche;
  • sostanze e tossiche;
  • acidi;
  • estintori;
  • materiale infettivo o radioattivo;
  • sostanze corrosive;
  • veleni;
  • lacrimogeni.

Liquidi

I liquidi sono uno dei principali problemi per il viaggiatore comune. Il turista, infatti, difficilmente pensa di portare con sé armi o asce ma ha invece bisogno di portarsi prodotti per l’igiene personale che rientrano nella categoria dei liquidi.

La normativa prevede che ogni passeggero può portare con sé sostanze liquide, riposte in appositi contenitori da 100 ml, fino ad un massimo di 1.000 ml di liquidi in totale.

I liquidi devono essere riposti in una busta richiudibile trasparente al fine di agevolare i controlli.

Un escamotage per portare con sé i liquidi senza contravvenire alle regole è acquistarli nel cosiddetto duty free, ossia, l’area commerciale che si trova in aeroporto, dopo i controlli e prima del gate.

Bagaglio a mano: chi controlla il contenuto?

Gli eventi terroristici di inizio anni 2000 hanno determinato un netto rafforzamento dei controlli effettuati sui passeggeri in aeroporto, prima dell’imbarco in aereo. Ogni passeggero, prima di recarsi al gate, deve passare attraverso una barriera di controlli presso l’aeroporto.

Il bagaglio a mano passerà su un nastro trasportatore e gli operatori di controllo ne visualizzeranno il contenuto con una sorta di scanner in grado di rilevare gli oggetti presenti all’interno.

Il passeggero dovrà, prima di caricare la valigia sul nastro, estrarre caricatori elettrici, tablet, Pc e altri dispositivi elettronici nonché la busta trasparente contenente i liquidi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube