Politica | News

Crisi di Governo: appuntamento entro il 10 gennaio

31 Dicembre 2020 | Autore:
Crisi di Governo: appuntamento entro il 10 gennaio

Attesa per il Consiglio dei ministri di inizio mese in cui si dovrebbe approvare il Recovery plan: Italia Viva orientata a non votarlo. Cosa potrebbe succedere.

«L’Epifania tutte le feste le porta via», recita il detto popolare. «E forse si porta via pure il Governo», aggiunge qualche esponente renziano. La crisi non verrà aperta proprio il 6 gennaio, ma potrebbe essere una realtà entro la domenica successiva, 10 gennaio. Prima di quella data, infatti, dovrebbe tenersi il Consiglio dei ministri chiamato ad approvare uno dei temi più delicati finiti sul tavolo dell’Esecutivo Conte II: il Recovery plan che contiene il modo in cui verranno spesi i 200 e passa milioni in arrivo dall’Europa. Ed è qui che la componente renziana del Governo prepara l’agguato: se i ministri di Italia Viva, come in molti temono, non lo voteranno, Giuseppe Conte può cominciare a tirar fuori le valigie dall’armadio per farle prendere aria.

Matteo Renzi ha seguito ieri con molta attenzione la conferenza stampa di fine anno del premier. E forse gli è scappato un sorriso ironico quando ha sentito dire che se al Governo manca la fiducia di un solo partito, si va in Parlamento. «Tombola», avrà pensato Renzi. «Conte pensa di intimidirci minacciando un passaggio in Parlamento?» ha commentato ieri sera l’ex presidente del Consiglio. «Siamo stati noi a invocarlo per primi e non rinunciamo alle nostre richieste. Andiamo pure in Aula – sfida Renzi – e vediamo se il Governo ha i numeri». Parole pesanti, molto pesanti, che sembrano tradire il pensiero di una decisione già presa da parte di Italia Viva di porre fine al Conte-bis.

I fedelissimi di Renzi non nascondono che le distanze con il Governo rimangono «abissali» sul no al Mes, sulla cessione della delega sui servizi segreti, sulla giustizia, sul 5G, sulle infrastrutture e sul Recovery fund. Cioè, praticamente su tutto. E avvertono: «Non saremo complici di un piano senza ambizione per il futuro del Paese. Noi non vogliamo mandare a casa Conte, vogliamo un governo nuovo almeno per tre quarti». Tre quarti non è poco.

Bisognerà fare bene i conti con quello che potrebbe succedere nel caso in cui, entro il 10 gennaio, Italia Viva decida di aprire formalmente le ostilità all’interno del Consiglio dei ministri. C’è chi parla di una probabile spaccatura tra i renziani, con alcuni parlamentari che vorrebbero (inutilmente) tornare nel Pd. C’è chi rispolvera di nuovo l’improbabile nome di Mario Draghi per la guida di un Governo fatto da non si sa chi (motivo per il quale Draghi ha già detto di no). Quasi tutti, infine, sono convinti che di fronte ad una crisi, si andrà al voto. E, allora, ecco che questa ipotesi potrebbe portare un nuovo colpo di scena: un movimento guidato proprio da Giuseppe Conte in cui confluirebbe una parte del Pd e una del Movimento 5 Stelle, smembrando di nuovo le principali forze di maggioranza. Il centrodestra non potrebbe che gioire davanti a questa immagine.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Per me Conte è sempre stato molto equilibrato in questa pandemia ed i suoi attesissimi discorsi ci hanno fatto compagnia il sabato sera, giorno in cui di solito l’appuntamento fisso era in compagnia della nostra comitiva. E’ triste immaginare come sono cambiate le nostre vite nel giro di un anno… Però mi auguro che non si vada di male in peggio perché ora il Paese non ha bisogno anche di crisi e battibecchi politici

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube