Fascismo: mercato in crescita per i vini con le etichette di Mussolini e Hitler

2 Gennaio 2021
Fascismo: mercato in crescita per i vini con le etichette di Mussolini e Hitler

Milano, 2 gen. (Adnkronos) – La storia li giudica e il mercato li cerca. Il volto di Adolf Hitler e Benito Mussolini, stampato su bottiglie di vino e birre, può valere una carriera come dimostra la storia di Fabio Bogo, fondatore della società ‘I vini nostalgici’ con sede a Sedico, in provincia di Belluno. Un mercato in aumento che vede il Führer senza rivali. Dopo di lui il più richiesto sulle tavole è il Duce, per il resto sugli scaffali non c’è partita. “Sono consapevole di fare etichette che sollevano polemiche – dice all’Adnkronos -, ma se esponi la bandiera del Milan sicuramente c’è uno juventino che si arrabbia. Io non faccio politica, io faccio business e stampo etichette di Che Guevara, Stalin, Mussolini e Hitler, solo per citarne alcuni. Non commetto nessun reato”.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube