**Coronavirus: entra in ‘Top Ten delle Parolacce’, il ‘2020’ diventa insulto** (2)

2 Gennaio 2021
**Coronavirus: entra in ‘Top Ten delle Parolacce’, il ‘2020’ diventa insulto** (2)

(Adnkronos) – Il secondo insulto più emblematico del 2020 ha visto invece protagonista Max Verstappen il 23 ottobre scorso a Portimão, in Portogallo, al Gran Premio di Formula 1. Lance Stroll (Racing Point) non ha rallentato in curva e ha urtato l’auto di Max Verstappen (Red Bull). Quest’ultimo ha quindi imprecato alla radio: “Ma è cieco questo cazz..ne? Che caz… c’è che non va con lui? Gesù Cristo. Che ritardo. Ho subìto un danno. Che mongolo”. Lo sfogo ha fatto il giro del mondo e suscitato l’indignazione della Mongolia che non voleva essere equiparata ad un termine offensivo. Da qui la vicenda si è ingigantita, Verstappen non ha voluto scusarsi, l’affair è diventato un incidente diplomatico internazionale fra Mongolia, Onu e Omc.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube