Business | Articoli

Ferie del dipendente: il datore di lavoro ha l’ultima parola

2 Dicembre 2014
Ferie del dipendente: il datore di lavoro ha l’ultima parola

Il lavoratore deve sempre confrontarsi con le esigenze organizzative dell’azienda.

 

Il lavoratore non può scegliere arbitrariamente il periodo di godimento delle ferie. Si tratta, infatti, di un evento che va coordinato con le esigenze di un ordinato svolgimento dell’attività dell’impresa. Insomma, la concessione delle ferie costituisce una prerogativa riconducibile solo al potere organizzativo del datore di lavoro.

A dirlo è una recente sentenza della Cassazione [1].

La richiesta del lavoratore, dunque, va sempre confrontata con le esigenze dell’azienda e da quest’ultima autorizzata. Pertanto, non potrebbe il dipendente prendersi autonomamente un periodo di ferie: sarebbe, infatti, una illegittima autodeterminazione nelle scelte aziendali e, compromettendone l’attività, giustificherebbe finanche il licenziamento.

Il lavoratore propone, il datore dispone

Insomma, il collocamento “unilaterale” in ferie, fatto dal dipendente, è in contrasto con il codice civile [2] e legittima la sanzione disciplinare, sia anche quella espulsiva dal lavoro. Si tratta ormai di un orientamento ormai consolidato tra i giudici, che la Suprema Corte ha avuto modo di riprendere nella sentenza in commento.

Per maggiori chiarimenti rinviamo alle nostre guide:

Ferie: diritto del lavoratore e retribuzione

Ferie: il lavoratore propone il periodo, il datore di lavoro decide

Ferie: dopo quanto tempo maturano e come richiederle

Come gestire gli arretrati delle ferie


note

[1] Cass. sent. n. 25159/2014 del 26.11.2014.

[2] Art. 2109 cod. civ.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube