Governo: ancora stallo e Iv all’attacco di Conte, su futuro fantasma terza ondata Covid

7 Gennaio 2021
Governo: ancora stallo e Iv all’attacco di Conte, su futuro fantasma terza ondata Covid

Roma, 7 gen. (Adnkronos) – Un passo avanti e uno indietro. Un’altra giornata di stallo per il governo, nell’attesa di un’accelerazione che non c’è stata, salvo l’invio delle linee guida del nuovo piano di resilienza alle forze di maggioranza. Piano ‘restaurato’ -sale a 222 miliardi, mentre i fondi per la sanità registrano un balzo in avanti decisivo, passando da 9 a 19,7 miliardi- con un ascolto attento alle richieste degli alleati di governo, a partire da Iv. Uno sforzo che non sembra placare i malumori e le frizioni che agitano il governo, mentre la sopravvivenza del Conte II resta appesa a un filo. E’ proprio Iv, infatti, a dar fuoco alle polveri, lasciando trapelare ‘irritazione’ per essere stata esclusa dal confronto con il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, che sul Pnrr ha sentito ieri Pd, M5S e Leu, lasciando fuori dai giochi Italia Viva. Ma dal Mef la risposta non si lascia attendere: è stata Iv a rifiutare il confronto, chiedendo prima di avere un testo alla mano di cui discutere.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube