Diritto e Fisco | Articoli

Dove si vede lo stipendio lordo in busta paga?

17 Aprile 2021
Dove si vede lo stipendio lordo in busta paga?

Il datore di lavoro, in qualità di  sostituto d’imposta, trattiene dalle spettanze lorde del dipendente le ritenute fiscali e contributive.

Hai ricevuto il tuo primo stipendio mensile. Non sai leggere la busta paga e, in particolare, ti chiedi dove si collochi, all’interno del documento, la retribuzione mensile lorda.

Ogni mese, il lavoratore subordinato riceve dal datore di lavoro la busta paga che riepiloga le operazioni effettuate dall’azienda sullo stipendio lordo del dipendente. Saper leggere la busta paga è molto importante per verificare che il trattamento retributivo erogato sia realmente corretto e in linea con quanto prescritto dalla legge e dal contratto collettivo applicato.

Ma dove si vede lo stipendio lordo in busta paga? Nel nostro ordinamento, il lavoratore non provvede autonomamente a pagare tasse e contributi ma, al suo posto, effettua tali operazioni il datore di lavoro in qualità di sostituto d’imposta. Queste operazioni sono riportate nella busta paga.

Cos’è la busta paga?

La busta paga, comunemente detta anche cedolino paga o prospetto paga, è un documento riepilogativo con il quale il datore di lavoro comunica al lavoratore le operazioni che ha effettuato sul suo stipendio lordo e che hanno determinato lo stipendio netto erogato mensilmente.

La busta paga deve essere obbligatoriamente consegnata al lavoratore all’atto del pagamento dello stipendio mensile. Si tratta di una norma imperativa che, in caso di violazione, prevede l’applicazione di sanzioni amministrative per il datore di lavoro.

La necessità di mettere a disposizione del dipendente il cedolino paga deriva dal fatto che, sulla somme lorde spettanti al lavoratore in base al contratto individuale di lavoro, il datore di lavoro provvede mensilmente ad operare le ritenute fiscali e contributive in qualità di sostituito d’imposta. Il lavoratore deve essere reso edotto di queste operazioni, anche per poterne verificare la correttezza.

Busta paga: dove è indicato lo stipendio lordo?

Il lavoratore, quando riceve per la prima volta la busta paga, non è sempre in grado di comprenderne appieno il contenuto. Il cedolino paga, infatti, viene generalmente redatto con delle modalità non molto chiare per chi non è addetto ai lavori.

Nella prima parte della busta paga, troviamo i dati identificativi delle parti e del rapporto di lavoro. In particolare, nel primo riquadro in alto del cedolino paga troviamo, generalmente, le seguenti informazioni:

  • nome e cognome del lavoratore;
  • data di nascita del lavoratore;
  • codice fiscale del lavoratore;
  • indirizzo di residenza del lavoratore;
  • data di assunzione del lavoratore;
  • inquadramento contrattuale;
  • mansioni;
  • contratto collettivo applicato al rapporto di lavoro;
  • ragione sociale dell’azienda;
  • matricola Inps dell’azienda;
  • matricola Inail dell’azienda;
  • sede legale dell’azienda;
  • partita Iva e codice fiscale dell’azienda.

Subito sotto questa sezione, troviamo un riquadro nel quale sono riepilogate le condizioni retributive applicate al lavoratore: è in questa sezione che si trova lo stipendio lordo del dipendente. Solitamente, in questo riquadro, vengono indicate le voci retributive che compongono il trattamento retributivo lordo e, alla fine, il totale dello stipendio lordo mensile.

Le voci retributive indicate dipendono dalla composizione della retribuzione prevista dal Ccnl applicato al rapporto di lavoro.

In genere, le voci retributive sono le seguenti:

  • paga base;
  • indennità di contingenza;
  • terzo elemento o e.d.r.;
  • indennità per mansioni specifiche;
  • scatti di anzianità;
  • superminimo assorbibile.

Busta paga: lo stipendio netto

Al di sotto del riquadro in cui è indicata la retribuzione lorda del lavoratore troviamo una sezione nella quale sono elencate le operazioni effettuate dal datore di lavoro, nel periodo di paga di riferimento, sulla retribuzione lorda del dipendente.

In particolare, in questo riquadro, il datore di lavoro comunica al dipendente le ritenute operate sullo stipendio lordo a titolo di:

  • quota di contributi previdenziali Inps posta a carico del dipendente (solitamente, l’aliquota contributiva è pari al 9,19%);
  • tasse (imposta sul reddito delle persone fisiche);
  • contribuzione a Fondi bilaterali (ad es. fondo di previdenza complementare o fondo sanitario di categoria);

In questa sezione del cedolino si dà anche conto delle vicende che hanno caratterizzato il mese di paga come, ad esempio, infortuni, malattie, fruizione di ferie e permessi, etc.

Molte volte, il cedolino riporta, nella parte in basso, il saldo delle ferie e dei permessi retribuiti spettanti al lavoratore nonché il saldo del trattamento di fine rapporto.

Alla fine del cedolino, in basso a destra, si trova il netto in busta, vale a dire, lo stipendio netto realmente accreditato al lavoratore alla luce delle operazioni effettuate sulla retribuzione lorda dal datore di lavoro in qualità di sostituto d’imposta.

Alcuni cedolini paga, inoltre, contengono anche una tabella con le presenze/assenze del lavoratore durante il mese.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube