Diritto e Fisco | Articoli

Una sola auto per persona nel parcheggio condominiale: è legittimo?


Una sola auto per persona nel parcheggio condominiale: è legittimo?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 gennaio 2014



Il regolamento condominiale può limitare il parcheggio ad una sola auto a prescindere dai millesimi di proprietà di ciascun proprietario.

Carenza di posti auto. Un regolamento condominiale può legittimamente vietare ai condomini di parcheggiare più di una sola auto all’interno del cortile. E ciò nonostante il fatto che lo spazio sia comune e ciascuno condomino se ne possa servire liberamente.

È quanto affermato dalla Cassazione [1] con una sentenza recentissima.

Il nostro codice civile [2] stabilisce che ciascun condomino può utilizzare gli spazi comuni, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri di farne lo stesso uso. Tuttavia – sottolinea la Suprema Corte – il regolamento di condominio può dettare regole diverse per un uso più razionale della cosa comune e una migliore prestazione dei servizi condominiali con conseguente vantaggio per tutti i condomini.

Tali clausole potrebbero addirittura stabilire che l’utilizzo della cosa comune, da parte dei condomini, non sia allineato ai millesimi di proprietà. Stabilire, infatti, che ciascun condomino possa parcheggiare una sola auto nel cortile, ma ripartire poi le spese condominiali sulla base dei millesimi, potrebbe sembrare discriminazione. Un esempio ci farà comprendere meglio il problema.

Mettiamo che due condomini, l’uno proprietario di un appartamento di 50 mq e l’altro di un appartamento di 100 mq, possano appunto parcheggiare una sola auto nel cortile. Posto che il criterio di ripartizione delle spese condominiali è quello secondo millesimi, l’appartamento più grande pagherà degli oneri superiori rispetto a quello più piccolo. Tuttavia entrambi i condomini potranno usufruire solo di un posto auto. In questo modo, però, a fronte di costi diversi, i due proprietari usufruiranno del parcheggio nella stessa misura. In altre parole si finisce per avvantaggiare i proprietari con minori millesimi (costi inferiori, stessi servizi).

Nonostante questa evidente disparità di trattamento, secondo la Cassazione, la clausola regolamentare che permette al singolo condomino di parcheggiare solo una autovettura negli spazi condominiali adibiti a parcheggio è legittima: essa infatti non fa altro che regolamentare l’utilizzo del bene comune da parte dei singoli proprietari.

Quel che non può fare il regolamento di condominio – conclude la Corte – è stabilire che, in caso di violazione del divieto, l’amministratore possa chiamare il carro attrezzi per la rimozione del mezzo. Di questo abbiamo parlato in un differente articolo (leggi: “Possibile rimuovere l’auto di chi parcheggia male nel cortile del condominio?”).

È legittima la clausola del regolamento condominiale ove si stabilisce che ciascun condominio potrà parcheggiare una sola autovettura nel cortile condominiale.

note

[1] Cass. sent. n. 820/14 del 16.01.2014.

[2] Art. 1102 cod. civ.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Salve per favore io sono un negozio pago i millesimi potrei parcheggiare all’interno del condominio?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI