HOME Articoli

È vero che l’assicurazione deve pagare il mio avvocato per la causa di risarcimento del danno?

Pubblicato il 22 gennaio 2014

Articolo di




> Pubblicato il 22 gennaio 2014

Falso. Molti pensano che la compagnia assicuratrice che li garantisce per la R.C.A. sia anche tenuta a fornire un legale che si preoccupi, quando sono coinvolti in un sinistro che li vede danneggiati, di recuperare le somme loro dovute a titolo di risarcimento.

Non è così. Le polizze per la responsabilità civile automobilistica comportano di regola solo l’obbligo delle compagnie di risarcire i danni alle controparti dei loro assicurati.

Quando questi ultimi hanno, invece, ragione dovrebbero, di regola, in assenza di specifiche clausole sulle spese legali, arrangiarsi. È solo per una forma di cortesia verso i loro assicurati che le compagnie provvedono spesso a indirizzarli presso un legale, magari con la promessa che non spenderanno nulla. Peraltro, il legale al quale l’assicurato è stato indirizzato, non viene compensato sulla base della polizza R.C.A. dalla compagnia di quest’ultimo: le spese di quell’avvocato, se il suo cliente, ha ragione, verranno invece rimborsate dalla compagnia avversaria.

Lo stesso avviene anche quando il danneggiato si sceglie da solo il legale e si rivolge, cosa sempre consigliabile, al suo avvocato di fiducia.

note

Autore immagine: 123rf.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI