HOME Articoli

Lo sai che? Risarcimento del danno per lo studente bocciato illegittimamente

Lo sai che? Pubblicato il 14 gennaio 2012

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 14 gennaio 2012

Esami di maturità: se lo studente non è stato interrogato in tutte le materie, la bocciatura è illegittima.

Il Tar della Toscana [1] ha riconosciuto, a uno studente che era stato illegittimamente bocciato, un risarcimento del danno peri a 5 mila euro.

Il ragazzo frequentava il liceo artistico e, nella temuta prova orale dell’esame di maturità, era stato bocciato dalla commissione, col punteggio di 52/100. La bocciatura era poi stata dichiarata illegittima nel 2006 dai giudici amministrativi [2], in quanto lo studente era stato interrogato solo in tre materie: italiano, storia e anatomia artistica.

Tutto ciò palesemente in contrasto con un’ordinanza ministeriale [3] che impone di ascoltare il candidato in tutte le materie previste nell’ultimo anno scolastico. Da qui, la richiesta di risarcimento danni avanzata dallo studente.

Nel caso di specie, secondo i giudici, i professori hanno condotto un esame poco approfondito, pregiudicando la possibilità del giovane di essere promosso. Quest’ultimo aveva poi conseguito, l’anno successivo, il titolo di studio presso un istituto privato.

Il tribunale amministrativo, con la recente pronuncia, non solo ha dato ragione allo studente, ma gli ha anche riconosciuto il danno patrimoniale quantificandolo in 5 mila euro, pari al costo sopportato dalla famiglia per pagare la retta dell’istituto privato.

Per gli avvocati del giovane, si tratta del primo caso in Italia di risarcimento del danno successivo a una bocciatura illegittima.

Tale sentenza, probabilmente, avrà delle ripercussioni nel settore scolastico italiano, dato che le bocciature sono in netto rialzo rispetto agli anni passati.

 

 

note

[1] I sez. Tar Toscana sent. n. 1807/11.

[2] Tar Toscana sent. n. 349/06.

[3] Art. 16 ord. ministeriale 8 aprile 2003, n. 35.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI