Politica | News

Governo: ecco il nuovo partito di Conte

15 Gennaio 2021 | Autore:
Governo: ecco il nuovo partito di Conte

Il premier prepara una sua lista «europeista, liberale e ambientalista». Ci sarebbe già il nome. Prima, però, vuole collaudarla da premier.

Da come si stanno mettendo le cose in queste ultime ore, dopo lo sgarro di Italia Viva che ha deciso di abbandonare il Governo aprendo la crisi, va a finire che Matteo Renzi ha quasi fatto un favore a Giuseppe Conte. O, perlomeno, ha dato una spinta a quello che già era nell’aria da tempo: la creazione di un nuovo partito che farà capo proprio al presidente del Consiglio.

Conte lo avrebbe già anticipato ai cosiddetti «costruttori» e «responsabili», a quelli, cioè, che lo terranno in piedi dopo che il tavolo del suo Governo ha perso una gamba: saranno loro, ha spiegato il premier, gli artefici di «un grande progetto politico, europeista, liberale e ambientalista, in contrasto totale con le idee sovraniste di Salvini e Meloni».

Di questo «grande progetto», se si dovesse concretizzare, farebbero parte onorevoli e senatori fuoriusciti da diversi schieramenti: dai dissidenti del Movimento 5 Stelle ai pentiti di Italia Viva, dai socialisti agli «azzurri» che non sono più così convinti di avere continuità politica restando a Forza Italia. Una prospettiva che fa storcere il naso a più di un leader. A cominciare dallo stesso Renzi, che non crede (o non vuol credere) al fatto che qualcuno dei suoi possa voltargli le spalle e andare col nemico. Non è felice nemmeno Luigi Di Maio, costretto a vedere come continua a sbriciolarsi il suo Movimento.

Il «grande progetto politico, europeista…» di Conte potrebbe debuttare alle prossime elezioni politiche. Il nome ci sarebbe già, ed è tutto un manifesto: «Insieme». Non ha fretta, comunque, il premier, anzi: se, come appare sempre più probabile, riuscirà a raccogliere i consensi necessari per continuare a Palazzo Chigi senza Italia Viva, questa nuova fase (che si chiami Conte III o Conte II-bis, poco importa) potrebbe essere di rodaggio per quel suo «grande progetto». Una sorta di collaudo che consentirà di capire se e quando fare il salto definitivo per presentare la sua sigla e staccarsi da chi lo ha tolto dall’anonimato.

Per ora, Conte ha deciso di tenersi buono chi gli ha dimostrato lealtà e solidarietà. Ha espresso parole di apprezzamento per la vicinanza di grillini e dem. Si è quasi commosso quando è venuto a sapere delle centinaia di telefonate di appoggio giunte a Palazzo Chigi. Ha ringraziato chi ha mostrato i primi segnali di adesione al progetto dei «costruttori» e dei «responsabili».

Nel frattempo, Renzi sta a guardare e attende l’appuntamento di martedì al Senato. Non apparente nonchalance: «Non mi pare che abbia i numeri», dice questa mattina in un’intervista a La Stampa. «Ma se li avrà, auguri. È la democrazia. E la democrazia è sacra. Resta un fatto, però», avverte il senatore di Rignano: «Se non prende 161 voti, tocca a un Governo senza Conte».


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. E’ la prassi comune dei politici, ma intanto siamo solo noi a rimetterci! Si sà che quando creano un partito, una legge creata ad HOC per loro, li finanzia con diversi milioni di EURO, che non rientreranno mai nelle casse dello stato! Se volessimo creare come imprenditori un’azienda o altro, NESSUNO ti allunga una mano d’aiuto! Se rinasco, farò il politico e il politico non ci rimette quasi mai!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube