Diritto e Fisco | Articoli

Avvocati: per la denuncia al collega nessuna sanzione disciplinare

20 gennaio 2014


Avvocati: per la denuncia al collega nessuna sanzione disciplinare

> Diritto e Fisco Pubblicato il 20 gennaio 2014



La denuncia per conto del cliente non è illecito disciplinare, salvo non sia palesemente infondata.

Non incorre in sanzione disciplinare l’avvocato che denuncia un collega per conto del proprio cliente, in merito a una presunta inerzia nel difendere quest’ultimo. Ciò, però, a condizione che l’accusa non sia palesemente infondata.

Lo hanno stabilito stamane le Sezioni Unite della Cassazione [1]. La Corte ha “graziato” un avvocato che aveva querelato il primo difensore di una sua cliente per una presunta inerzia nella conduzione della causa. Per tale condotta il professionista era stato denunciato al Consiglio dell’Ordine.

La Cassazione ricorda che la norma deontologica non impone, all’avvocato che sporge querela contro il collega, una approfondita valutazione del caso e degli estremi dell’illecito. Se così fosse si finirebbe per collidere con gli elementari principi costituzionali, oltre che si avrebbe una sorta di impredicabile “riguardo di categoria”. Ciò che si richiedeva all’avvocato querelante è solo un’analisi di verosimiglianza e di non palese infondatezza del contenuto delle dichiarazioni del cliente.

note

[1] Cass. S.U. sent. n. 1002 del 20.01.2014.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI