Cronaca | News

Nuovo report Iss: i colori delle Regioni dal 17 gennaio

15 Gennaio 2021 | Autore:
Nuovo report Iss: i colori delle Regioni dal 17 gennaio

Lombardia, Sicilia e Bolzano in rosso. Altre 12 in arancione, il resto in giallo. Nessuna zona bianca. Gli scienziati: «Aumento dei contagi nelle festività».

Peggio del previsto. Il report presentato oggi dall’Istituto superiore di sanità (Iss) relativo al periodo 4-10 gennaio, contiene dati meno incoraggianti di quello che si aspettava, anche se già si sospettava che sarebbe andata così. Il rapporto è decisivo per stabilire i colori delle Regioni da domenica 17 gennaio, giorno in cui entrerà in vigore il decreto del ministero della Salute che Roberto Speranza firmerà nelle prossime ore.

Questo il verdetto: da domenica, Lombardia, Sicilia e la Provincia autonoma di Bolzano saranno in fascia rossa.

In zona arancione, invece, verranno inserite Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle D’Aosta. Restano in questa fascia Emilia-Romagna, Calabria e Veneto.

Basilicata, Campania, Molise, la Provincia autonoma di Trento, Sardegna e Toscana restano in zona gialla.

Come previsto, nessuna Regione ha le condizioni per essere inserita nella nuova zona bianca introdotta dal Dpcm firmato oggi da Giuseppe Conte ed in vigore da domani, 16 gennaio, fino al 5 marzo.

Secondo il report dell’Iss, l’indice Rt nazionale nel periodo dal 23 dicembre al 5 gennaio è aumentato per la quinta settimana consecutiva, raggiungendo quota 1,09. Dati alla mano, gli esperti sono convinti che il peggioramento registrato in quest’ultimo monitoraggio sia dovuto ad un aumento dei contagi durante il periodo delle festività, anche se – sostiene il rapporto – la situazione sarebbe stata peggiore senza le misure di contenimento imposte dal Governo.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube