Politica | News

Governo: ecco il voto di fiducia alla Camera

18 Gennaio 2021 | Autore:
Governo: ecco il voto di fiducia alla Camera

Conte ottiene la maggioranza assoluta a Montecitorio. Domani, l’appuntamento cruciale al Senato: «Ora si volta pagina». 

Giuseppe Conte vince il primo round del voto di fiducia. Com’era ampiamente previsto, il Governo ha ottenuto la maggioranza assoluta alla Camera, con 321 voti favorevoli. I contrari sono stati 259 e 27 le astensioni.

Era uno scoglio facilmente superabile, quello del voto alla Camera, dal momento che l’attuale maggioranza può contare su un buon numero di deputati in quota Movimento 5 Stelle e Partito Democratico che difficilmente avrebbero fatto mancare il loro sostegno al presidente del Consiglio.

Ora una nuova sfida, quella decisiva, attende il premier al Senato: domani, si voterà nuovamente ed è qui che si giocherà la partita vera, perché in questo ramo del Parlamento Conte può contare – ad oggi – al massimo su 157 voti. Potrebbe cioè ottenere la maggioranza relativa, mentre per quella assoluta ci vorrebbero 161 voti.

Dunque, il futuro prossimo è ancora aperto e tutto da scrivere. Può succedere che Conte ottenga la maggioranza relativa e non si dimetta: continui quindi a portare avanti l’azione di governo con un sostegno gracile. In questa stessa situazione, il premier potrebbe anche decidere di salire al Colle e rimettere il suo mandato in mano al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Due gli scenari meno probabili. Il primo: che Conte, domani, ottenga la maggioranza assoluta che gli consentirebbe di continuare a restare al timone di Palazzo Chigi con agio. Il secondo: che non arrivi neanche a quota 155 voti. Le dimissioni, a quel punto, sarebbero obbligate.

Il premier, a mezzogiorno, ha elencato ai deputati il lavoro finora svolto dal suo Governo e ciò che intende fare se otterrà la fiducia del Parlamento. Ma, soprattutto, ha rivolto un appello ai «volenterosi» e agli europeisti (niente più «responsabili» o «costruttori»), per aiutarlo a contenere una crisi «senza motivo» (per approfondire leggi qui: Conte alla Camera: il discorso per la fiducia al Governo).

È tornato a parlare ai deputati nuovamente alle 18, riepilogando alcuni dei successi dell’operato del Governo, compresa l’accelerazione nella ricostruzione dopo il terremoto del centro Italia («4000 famiglie hanno potuto fare rientro a casa», ha sottolineato Conte), ricordando anche le sfide che attendono il Paese, prima tra tutte il Recovery Fund. Dopodiché, le lunghe dichiarazioni di voto, fino all’esito finale. Domani, il giorno della verità inizierà alle 9.30 al Senato.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube