Diritto e Fisco | Articoli

Si può attraversare senza strisce pedonali?

1 Maggio 2021 | Autore:
Si può attraversare senza strisce pedonali?

Attraversamento pedonale: cos’è e quali regole bisogna rispettare? Chi è responsabile nel caso di un pedone investito mentre attraversa fuori dalle strisce?

La circolazione in strada, sia come pedoni che come conducenti, comporta il rispetto di una serie di norme. Ad esempio, tutti sanno che, quando bisogna attraversare la strada, occorre guardarsi attentamente intorno e passare sulle strisce disegnate sull’asfalto. Capita spesso, però, che questa segnaletica orizzontale sia assente. Come comportarsi in queste ipotesi? Si può attraversare senza strisce pedonali? Sin da subito, possiamo trarre una conclusione abbastanza ovvia: se non ci sono le strisce pedonali, è ugualmente possibile attraversare la strada. Se così non fosse, si avrebbe il paradosso per cui i pedoni posti su due strade parallele non potrebbero mai raggiungere l’altro lato.

Detto ciò: cosa succede se le strisce pedonali ci sono ma sono distanti? Cosa accade se un pedone, costretto ad attraversare in assenza totale di strisce, è investito da un automobilista? Di chi è la colpa? Se cerchi le risposte a queste domande, prosegui nella lettura: vedremo insieme se si può attraversare anche in assenza di strisce pedonali e di chi è la responsabilità nell’ipotesi di sinistro.

Pedoni: come devono attraversare la strada?

Secondo il Codice della strada [1], i pedoni, per attraversare la carreggiata, devono servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi oppure dei sovrapassaggi.

L’attraversamento pedonale è quella parte della strada sulla quale i pedoni in transito dall’uno all’altro lato della carreggiata godono della precedenza rispetto ai veicoli.

I sottopassaggi e i sovrapassaggi, invece, sono intersezioni a livelli sfalsati, cioè infrastrutture che consentono lo smistamento delle correnti veicolari fra rami di strade poste a diversi livelli.

Soffermiamoci sull’attraversamento pedonale, il quale attiene appunto al tema delle strisce pedonali.

Attraversamenti pedonali: cosa sono e come sono fatti?

Per attraversamento pedonale si intende il tratto di strada contraddistinto dalle strisce bianche che congiunge un lato della carreggiata all’altro, in genere contraddistinto dalla presenza dei marciapiedi.

Gli attraversamenti pedonali possono essere di diversi tipi:

  • strisce di colore bianco disegnate sull’asfalto;
  • strisce bianche disegnate sull’asfalto il cui sfondo è colorato di un colore più visibile (generalmente, rosso o verde), con possibilità che lo sfondo funga anche da freccia direzionale per segnalare dove guardare prima di attraversare;
  • strisce pedonali rialzate mediante dossi artificiali, o protette da dossi artificiali;
  • strisce pedonali regolate da semaforo;
  • strisce pedonali regolate da semaforo e da alcuni ausili e strutture che consentono anche ai non vedenti o agli ipovedenti di poter attraversare la strada in sicurezza (strumenti sonori che si attivano e producono un suono quando il semaforo è verde per i pedoni).

La scelta del tipo di attraversamento è influenzata dalle condizioni medie di traffico veicolare lungo quella strada: nelle città è molto più probabile trovare attraversamenti pedonali disciplinati da semafori, mentre nei piccoli centri sono sufficienti le classiche strisce pedonali.

Si può attraversare se non ci sono strisce pedonali?

Quando non esistono strisce pedonali, sottopassaggi o sovrapassaggi, oppure distano più di cento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l’attenzione necessaria ad evitare situazioni di pericolo per sé o per altri.

Inoltre, i pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti.

Solo in caso di piazze e slarghi, i pedoni devono effettuare l’attraversamento sulle strisce pedonali, anche se distanti oltre cento metri.

In pratica, la regola è la seguente: è possibile attraversare la strada solamente in presenza delle strisce pedonali, dei sottopassaggi o dei sovrapassaggi; in assenza di questi, o quando distano oltre cento metri, si può comunque procedere all’attraversamento, purché si faccia attenzione ai veicoli che circolano sulla carreggiata. Solamente nell’ipotesi di piazze e slarghi, i pedoni devono effettuare l’attraversamento sulle strisce pedonali, anche se distanti oltre cento metri.

Inoltre, nel caso di attraversamento sulle strisce, la precedenza spetta sempre ai pedoni, mentre in assenza di strisce la precedenza è sempre dei veicoli.

Responsabilità in caso di sinistro durante l’attraversamento

Cosa succede nel caso di sinistro? Chi è il responsabile dell’incidente stradale che ha causato l’investimento di una persona che attraversa la strada? Bisogna distinguere a seconda delle situazioni:

  • se ad essere investito è il pedone che attraversa la strada sulle strisce pedonali, la responsabilità è del conducente del veicolo, salvo verificare un eventuale concorso di colpa del pedone nell’ipotesi in cui abbia attraversato in maniera imprudente, ad esempio gettandosi sulle strisce proprio nel momento in cui l’automobilista stava transitando;
  • se ad essere investito è il pedone che attraversa la strada in assenza di strisce pedonali, la responsabilità dovrà essere valutata a seconda della dinamica del sinistro: se il pedone attraversava la strada in un punto di massima visibilità e in apparente sicurezza, la responsabilità sarà del conducente del veicolo; in caso contrario, la responsabilità dell’evento potrà anche essere attribuita esclusivamente al pedone: secondo la giurisprudenza [2], ad esempio, è responsabile il pedone che attraversa una strada a scorrimento veloce di notte in un luogo in cui è vietato l’attraversamento pedonale;
  • se ad essere investito è il pedone che attraversa la strada sulle strisce pedonali, ma in presenza di un contestuale divieto, allora la responsabilità potrà essere attribuita al pedone. Ad esempio, non ci potrà essere responsabilità del conducente del veicolo se il pedone attraversa sulle strisce quando il semaforo è per lui rosso.

Attraversamento di piazze e slarghi

Secondo una recente sentenza della Corte di Cassazione [3], è escluso il concorso di colpa del pedone investito mentre attraversa un piazzale privo di strisce pedonali, se l’attraversamento è avvenuto con prudenza.

Per la Cassazione, non esiste infatti un divieto assoluto di attraversare le piazze e gli slarghi in assenza di strisce pedonali, ma solo l’obbligo di servirsi degli appositi passaggi laddove esistenti anche se non vicini.

Dunque, nel solo caso di attraversamento di piazze e slarghi, il pedone dovrà utilizzare le strisce anche se distanti oltre cento metri. In assenza totale di attraversamenti pedonali, potrà passare il piazzale, con la dovuta prudenza.


note

[1] Art. 190 cod. str.

[2] Cass., sent. n. 25027/2019.

[3] Cass., ord. n. 278 del 12 gennaio 2021.

Autore immagine: canva.com/


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube