Questo sito contribuisce alla audience di
Tech | News

App Immuni: attenzione al sito fake

19 Gennaio 2021
App Immuni: attenzione al sito fake

Una versione falsa del software per il contact tracing che può perfino svuotare il conto corrente del malcapitato.

Attenti ad Alien. Che non è il vecchio e famoso film di Ridley Scott, dove gli alieni diventavano predatori annidati nei corpi degli esseri umani. Qualche somiglianza in un certo senso c’è, ma questo Alien qui è un altro tipo di predatore: un virus informatico.

Il virus può addirittura prendere il controllo del cellulare e svuotare il conto corrente dell’ignaro utente che vi si imbatte. In che modo? Sfruttando l’app Immuni, applicazione per il contact tracing, pensata come strumento utile ai fini del contrasto al Coronavirus.

L’app in sé non ha nulla che non va. Degli hacker, però, ne hanno creata una versione fake. Più precisamente, è stato riprodotto un sito web in tutto e per tutto simile a quello originale di Immuni, da cui scaricare un’app che sembra Immuni, ma non lo è.

Si tratta di un software pericoloso che contiene un trojan, cioè un file malevolo che può fare parecchi danni, tra cui anche prelevare denaro dal conto di colui che ha la sfortuna di scaricare l’app fake.

Come ci si può proteggere? Prima di scaricare l’app Immuni da un sito web bisogna controllare l’url. Quello autentico è immuni.italia.it, mentre il sito da evitare è it.immuni.com. Chi capita su questa pagina non deve scaricare alcunché: ne va della sua sicurezza telematica (ed economica).

Alcuni browser riescono a inibire l’accesso al sito senza che lo faccia l’utente, riuscendo a stanare la minaccia in anticipo. In altri casi, invece, questo non accade e allora l’utente deve aguzzare la vista e capire – dall’url del sito – se si sta mettendo in pericolo.

L’allarme è stato lanciato da Cert-Agid, struttura dipendente dal Governo che vigila in materia di cybersicurezza. Cert-Agid, a sua volta, ha raccolto l’invito a fare attenzione di Malware Hunter Team (Mht), un gruppo di ricercatori esperti in queste tematiche che hanno informato della minaccia con un tweet.

Il sito pericoloso con la versione fake dell’app Immuni, in grado di veicolare Alien, è stato scoperto anche col contributo di D3Lab, società italiana che si occupa di sicurezza informatica.

Non è la prima volta, del resto, che gli hacker prendono di mira Immuni. A giugno, era stato il turno della truffa via email: a una serie di indirizzi di posta elettronica è stata spedita una mail col pretesto di scaricare l’app. Un link indirizzava a un sito fasullo che imitava quello dell’Ordine dei farmacisti italiani e, anche in tal caso, veicolava un virus.



Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube