Moduli | Articoli

Come si richiede il numero civico?

4 Maggio 2021 | Autore:
Come si richiede il numero civico?

L’indirizzo di un immobile è costituito dalla via/piazza e dal numero civico, grazie ai quali è possibile individuarlo in maniera certa e precisa.

Secondo la normativa dettata in materia di anagrafe, le porte e gli accessi ai fabbricati devono essere provvisti di appositi numeri. Pertanto, quando si costruisce un nuovo edificio o si ristruttura uno esistente, con conseguente modifica dell’ingresso, prima che il fabbricato venga occupato, l’interessato deve farsi assegnare il numero civico oppure deve domandare la verifica della numerazione civica già assegnata.

Come si richiede il numero civico? Il proprietario dell’immobile o, più in generale, chiunque ne abbia titolo come l’affittuario, l’amministratore dello stabile o un suo delegato, deve depositare un’apposita domanda in Comune. L’istanza può essere presentata personalmente, in genere all’ufficio protocollo, oppure può essere inoltrata online al Comune. Sarà, poi, l’ufficio di toponomastica ad occuparsi dell’assegnazione del numero civico nonché della revisione della numerazione, qualora ve ne sia la necessità [1].

Numero civico: a cosa serve e come si determina?

I numeri civici non sono sempre esistiti. Nei secoli scorsi, gli edifici venivano identificati facendo riferimento a posti differenti che, a seconda dei casi, potevano essere la parrocchia del paese, il bar oppure il negozio del barbiere.

In Europa, la prima città ad utilizzare la numerazione fu Parigi, intorno alla prima metà dell’800, seguita nel tempo da Londra, Madrid e Vienna mentre in Italia si iniziò ad adoperare il numero civico solo a partire dal 1954.

Il numero civico serve ad identificare in modo univoco, nel contesto di una via o di una piazza, gli accessi ad un’area o ad un fabbricato. La sua assegnazione è importante non solo per questioni di natura anagrafica, in quanto ogni nucleo familiare deve risultare residente presso un indirizzo ben definito, ma anche per facilitare l’arrivo dei mezzi di soccorso. Quindi, l’indirizzo di un’abitazione è completo, se comprende l’indicazione della via o della piazza e, appunto, del numero civico.

Alla numerazione provvede l’ufficio comunale preposto non in maniera casuale bensì tenendo conto dei dati Istat relativi all’ultimo censimento generale della popolazione. Esiste uno schema fisso da seguire per cui i numeri sono progressivi e vengono assegnati partendo dal centro città per arrivare alla periferia. Agli edifici che si trovano sul lato sinistro, si assegnano le cifre dispari, a quelli ubicati sul lato destro, i pari. Le piazze, invece, hanno una numerazione a se stante: è sempre progressiva, ma viene assegnata partendo dal palazzo più importante e proseguendo poi in senso orario.

La numerazione civica va aggiornata dal Comune, periodicamente, in base alle variazioni dei piani regolatori, all’apertura di nuovi accessi, alla costruzione di nuovi immobili e alla demolizione di altri, cercando di mantenere inalterata la numerazione già presente dei fabbricati che non subiscono trasformazioni.

In alcuni casi, le spese per la numerazione civica sono a carico dei proprietari dei fabbricati e il Comune concorre alla spesa in percentuali stabilite dal regolamento regionale. In altre ipotesi, il Comune stanzia l’intero importo, soprattutto quando viene rifatta la numerazione.

Come si richiede il numero civico

Il proprietario dell’immobile o chiunque ne abbia titolo può chiedere al Comune l’assegnazione di un numero civico, nell’ipotesi di nuova costruzione, o la sua verifica, in caso di ristrutturazione o di ampliamento, mediante domanda in carta libera, prima che il fabbricato venga occupato. In generale, l’istanza va presentata al momento dell’ultimazione dei lavori di costruzione o di ristrutturazione oppure in occasione di modifiche della toponomastica stradale a seguito della variazione del piano di governo del territorio.

La domanda va redatta compilando un modulo, che si può ritirare in Comune o scaricare da internet dal sito istituzionale dell’Ente, nel quale vanno riportati i dati dell’immobile, compresi la via, gli estremi catastali nonché l’atto di avvio dei lavori (Permesso di costruire, Scia). È possibile anche utilizzare il modello che si trova in calce al presente articolo.

All’istanza, va allegata una planimetria in scala 1:200, nella quale vanno indicati gli accessi da contrassegnare.

Spetta alla polizia municipale verificare la veridicità di quanto dichiarato nella domanda di assegnazione/verifica della numerazione civica mediante apposito sopralluogo. Successivamente bisogna attendere la comunicazione di assegnazione/verifica da parte dell’ufficio preposto.

Di solito, il numero civico viene attribuito o verificato nel termine 30 giorni dalla presentazione della richiesta.

La targhetta riportante il numero attribuito deve essere in materiale resistente alle intemperie (generalmente metallo) e deve essere apposta in corrispondenza delle vie di accesso da aree pubbliche (ad esempio la strada).

Il numero civico deve essere collocato a fianco dell’accesso e deve essere mantenuto perfettamente visibile e leggibile a cura del possessore dell’immobile.

Assegnazione del numero civico: come viene effettuata

Se un edificio ha un unico ingresso su strada ma diversi accessi interni, i numeri civici vengono assegnati in base al numero degli appartamenti.

I criteri per la numerazione interna prevedono che le unità immobiliari vengano contrassegnate da numeri arabi ordinati in maniera progressiva da sinistra a destra per chi entra dall’ingresso principale e dal piano più basso a quello più alto. Se più di uno, vanno numerati anche i cortili con numeri romani e le scale con lettere maiuscole dell’alfabeto. In questa ipotesi, le spese per l’assegnazione della numerazione sono a totale carico del proprietario dell’immobile.


Modello richiesta di attribuzione/verifica numero civico

Al Comune di ___________

Servizio Toponomastica

Via ____________

Cap___________ Comune_______ (Provincia______)

Riferimento al PERMESSO DI COSTRUIRE/SCIA N.__________DEL___________

Oggetto: richiesta assegnazione/verifica numerazione civica

Il sottoscritto ____________________________ nato a ______________, il ______________, residente in _________________________, via _____________________________________, tel.________, fax______, e-mail____________, in qualità di _______________(proprietario, amministratore condominiale, legale rappresentante della ditta _____________________), relativamente all’immobile identificato al NCEU, sezione________ Fg. ________ particella n.ro _________

C H I E D E

l’assegnazione del numero civico o la verifica del numero civico dell’immobile sopra indicato.

ALLEGA: una planimetria con l’indicazione numerica progressiva degli accessi dall’area di circolazione e le piante di ogni piano con l’indicazione degli accessi interni che immettono nelle abitazioni o in ambienti destinati all’esercizio di attività professionali, commerciali e simili.

DICHIARA CHE: provvederà a propria cura e spese ad acquistare e posizionare il numero civico conforme alla tipologia indicata dal Comune (vedi retro modulo), e a posizionare i numeri interni in corrispondenza dei rispettivi accessi.

Data

Firma del richiedente

note

[1] Art. 43 DPR del 30 maggio 1989 n. 23.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube