L’esperto | Articoli

Falsificazione firma assegno: ultime sentenze

21 Gennaio 2021
Falsificazione firma assegno: ultime sentenze

Assegno bancario: conseguenze in caso di sottoscrizione con nome diverso e in caso di contraffazione della firma

Assegno bancario e protesto contro traente inesistente

In tema di assegno bancario, solo nel caso di sottoscrizione dell’assegno con un nome chiaramente e totalmente diverso da quello del titolare del conto, il protesto va levato a nome di detto traente inesistente, essendo ciò sufficiente nei rapporti fra giratari per la tutela dei rispettivi diritti, mentre, nell’ipotesi di semplice contraffazione della firma del titolare del conto, il protesto va levato con riferimento a quest’ultimo.

Corte appello Firenze sez. II, 09/06/2020, n.1058

Assegno bancario: la mera contraffazione della firma del titolare del conto non impedisce la levata di protesto contro quest’ultimo

In tema di assegno bancario, solo nel caso di sottoscrizione dell’assegno con un nome chiaramente e totalmente diverso da quello del titolare del conto il protesto va levato a nome di detto traente inesistente, essendo ciò sufficiente nei rapporti fra giratari per la tutela dei rispettivi diritti, mentre nell’ipotesi di semplice contraffazione della firma del titolare del conto il protesto va levato con riferimento a quest’ultimo.

Tribunale Milano sez. VI, 24/02/2020, n.1700

Falsificazione di assegno bancario e responsabilità della banca

Nel caso di falsificazione di assegno bancario nella firma di traenza, che presenti, “un tracciato assolutamente piatto”, la misura della diligenza richiesta alla banca nel rilevamento di detta falsificazione è quella dell’accorto banchiere, avuto riguardo alla natura dell’attività esercitata, alla stregua del paradigma di cui al secondo comma dell’art. 1176 c.c.

Ne consegue che spetta al giudice del merito valutare la rispondenza al predetto paradigma della condotta richiesta alla banca in quel dato contesto storico e rispetto a quella determinata falsificazione, attivando cosi un accertamento di fatto volto a saggiare, in concreto e caso per caso, il grado di esigibilità della diligenza stessa. Detta verifica, di regola, dovrà svolgersi in base ad un apprezzamento rivolto a verificare se la falsificazione sia, o meno, riscontrabile attraverso un attento esame diretto, visivo o tattile, dell’assegno da parte dell’impiegato addetto, in possesso di comuni cognizioni teorico/tecniche, ovvero pure in forza di mezzi e strumenti presenti sui normali canali del mercato di consumo e di agevole utilizzo, o, piuttosto, se la falsificazione stessa sia, invece, riscontrabile soltanto tramite attrezzature tecnologiche sofisticate e di difficile e dispendioso reperimento e/o utilizzo o tramite particolari cognizioni teoriche e/o tecniche.

Tribunale Napoli sez. II, 27/07/2020, n.5321

Falsificazione di assegno bancario nella firma di traenza: spetta al giudice valutare la congruità della condotta richiesta alla banca

Nel caso di falsificazione di assegno bancario nella firma di traenza – la quale presenti, nella specie, un tracciato assolutamente piatto – la misura della diligenza richiesta alla banca nel rilevamento di detta falsificazione è quella dell’accorto banchiere, avuto riguardo alla natura dell’attività esercitata, alla stregua del paradigma di cui al secondo comma dell’art. 1176 cod. civ.

Ne consegue che spetta al giudice del merito valutare la congruità della condotta richiesta alla banca in quel dato contesto storico e rispetto a quella determinata falsificazione, attivando cosi un accertamento di fatto volto a saggiare, in concreto, il grado di esigibilità della diligenza stessa, verificando, in particolare, se la falsificazione sia, o meno, riscontrabile attraverso un attento esame diretto, visivo o tattile, dell’assegno da parte dell’impiegato addetto, in possesso di comuni cognizioni teorico/tecniche, ovvero pure in forza di mezzi e strumenti presenti sui normali canali del mercato di consumo e di agevole utilizzo, o, piuttosto, se la falsificazione stessa sia, invece, riscontrabile soltanto tramite attrezzature tecnologiche sofisticate e di difficile e dispendioso reperimento e/o utilizzo o tramite particolari cognizioni teoriche e/o tecniche.

Corte appello Firenze, 28/01/2020, n.224, Tribunale Roma sez. XVII, 06/08/2018, n.16247

Assegno bancario: conseguenze in caso di sottoscrizione con nome diverso e in caso di contraffazione della firma

In tema di assegno bancario, solo nel caso di sottoscrizione dell’assegno con un nome chiaramente e totalmente diverso da quello del titolare del conto il protesto va levato a nome di detto traente inesistente, essendo ciò sufficiente nei rapporti fra giratari per la tutela dei rispettivi diritti, mentre nell’ipotesi di semplice contraffazione della firma del titolare del conto il protesto va levato con riferimento a quest’ultimo.

(La S.C., nell’enunciare il principio, ha confermato il rigetto della domanda di risarcimento del danno reputazionale del correntista, conseguito al protesto levato a suo nome, ritenendo non decisiva la circostanza che il furto del “carnet” di assegni era stato denunciato dal correntista e da questi portato tempestivamente a conoscenza della banca).

Cassazione civile sez. I, 24/09/2019, n.23719

La banca è responsabile solo se la contraffazione della firma su assegno sia rilevabile ictu oculi con diligenza media.

La banca trattaria, cui sia presentato per l’incasso un assegno bancario, ha il dovere di pagarlo e l’eventuale irregolarità (falsificazione o alterazione) dei requisiti esteriori non sia rilevabile con la normale diligenza inerente all’attività bancaria, e che coincide con la diligenza media, non essendo tenuta a predisporre un’attrezzatura qualificata con strumenti meccanici o chimici al fine di un controllo dell’autenticità delle sottoscrizioni o di altre contraffazioni dei titoli presentati per la riscossione.

È quindi sussistente la responsabilità della banca trattaria qualora la apocrifia della sottoscrizione apposta sul frontespizio dell’assegno sia verificabile ictu oculi sulla base della media capacità esigibile dal funzionario di banca con il confronto con lo specimen depositato presso l’istituto bancario.

Tribunale Napoli sez. XI, 11/09/2018, n.7786

La falsificazione della firma di traenza di assegno bancario configura falsità in titoli di credito

In tema di falso in scrittura privata, a seguito dell’abrogazione dell’art. 485 cod. pen. e della nuova formulazione dell’art. 491 cod. pen. ad opera del D.Lgs. n. 7 del 2016, la condotta di falsificazione della firma di traenza di un assegno bancario conserva ancora oggi rilievo penale, avendo ad oggetto la diretta compilazione di un titolo di credito, purché sia sorretta dal dolo specifico di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di causare ad altri un danno.

(Fattispecie in cui la Corte, affermata la perdurante rilevanza penale della falsificazione, diretta a procurare all’agente il vantaggio di acquistare ingenti quantitativi di sostanze alcoliche senza pagarne il corrispettivo, ha però annullato senza rinvio la sentenza impugnata perché, a seguito di sopravvenuta remissione di querela, il reato si è estinto ai sensi del novellato art. 493-bis cod. pen., come modificato dal predetto D.Lgs.).

Cassazione penale sez. II, 28/10/2016, n.52218

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube