Moduli | Articoli

Modulo richiesta riduzione affitto

5 Maggio 2021
Modulo richiesta riduzione affitto

Cosa fare per pagare il canone di locazione in misura ridotta?

Un anno fa, sei andato ad abitare in un piccolo appartamento al prezzo di 500 euro mensili. Da qualche tempo, però, le cose sul lavoro non stanno andando bene e stai cercando di risparmiare un po’ di soldi. In questo articolo ti spiego come presentare il modulo per la richiesta di riduzione dell’affitto. Devi sapere che l’inquilino e il proprietario dell’immobile possono accordarsi per abbassare il canone di locazione per un determinato periodo di tempo. Non occorre stipulare un nuovo contratto, ma è sufficiente trasmettere un’istanza all’Agenzia delle Entrate.

A causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, inoltre, il Governo ha stanziato dei contributi a fondo perduto a favore dei locatori di immobili di Comuni ad alta densità abitativa. Se vuoi saperne di più sull’argomento, ti consiglio di non perdere altro tempo e proseguire la lettura.

Cos’è l’affitto?

Prima di vedere come fare per ottenere la riduzione dell’affitto, voglio darti qualche nozione per aiutarti ad inquadrare meglio la questione.

Quando si parla di affitto si fa genericamente riferimento ad un rapporto di locazione avente ad oggetto il godimento di un immobile per un determinato periodo di tempo e dietro pagamento di un corrispettivo in denaro.

In realtà, le parole affitto e locazione hanno significati diversi pur esprimendo concetti molto simili: la prima indica il godimento di beni mobili o immobili in grado di produrre ricchezza (come, ad esempio, un terreno, un’azienda, ecc.). La seconda, invece, si riferisce a beni mobili o immobili che possono diventare produttivi in un secondo momento (pensa, ad esempio, a chi prende in locazione un capannone per avviare la propria attività).

L’elemento comune è che, in entrambi i casi, si ha il godimento di un bene a fronte del pagamento di un canone (da corrispondere in rate mensili, trimestrali o semestrali).

Riduzione affitto: cosa vuol dire?

Come ti ho già anticipato, per alcuni mesi, è possibile ottenere la riduzione del canone pattuito nel contratto di locazione. Ti faccio un esempio pratico.

Federico corrisponde a Paolo 700 euro mensili per l’affitto di un appartamento. A causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, le parti pattuiscono che per 6 mesi il canone da versare sarà pari a 300 euro (invece di 700 euro).

Come puoi notare nell’esempio che ti ho riportato, la modifica è temporanea e riguarda solamente il canone. La durata dell’affitto e gli altri aspetti del contratto, invece, rimangono invariati.

Inoltre, la richiesta di ridurre l’affitto è facoltativa e consente al proprietario dell’immobile di pagare le tasse solamente sugli importi effettivamente riscossi e non sui canoni insoluti.

Riduzione affitto: chi ne ha diritto?

Possono richiedere la riduzione dell’affitto tutti coloro che hanno un contratto di locazione (ad uso abitativo o commerciale), indipendentemente dalla durata e dal regime fiscale scelto (cedolare secca o tassazione ordinaria).

Modulo richiesta riduzione affitto

Per ottenere la riduzione dell’affitto è necessario sottoscrivere una scrittura privata in cui riportare tutti gli elementi del contratto originario, in particolare:

  • i dati del locatore e del conduttore;
  • l’importo del canone e le modalità di pagamento;
  • la durata del contratto;
  • la caparra;
  • le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Attenzione: occorre specificare l’importo e i mesi per i quali il conduttore è autorizzato a pagare il canone in misura inferiore.

L’accordo, datato e firmato, va trasmesso all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate presso il quale era stata registrata la locazione oggetto di modifica, senza dover pagare né il bollo né l’imposta di registro. L’istanza può essere presentata:

  • telematicamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate (da parte dei soggetti abilitati);
  • mediante posta elettronica certificata (pec) oppure e-mail.

A partire dal 1° settembre 2020, la variazione del canone può essere comunicata utilizzando esclusivamente il modello Rli (Richiesta di registrazione e adempimenti successivi – contratti di locazione e affitto immobili) a cui occorre allegare:

  • la scansione dell’accordo relativo al canone ridotto;
  • la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui occorre specificare di essere in possesso dell’originale dell’accordo che andrà depositato al termine del periodo emergenziale;
  • la copia del documento di identità del richiedente.

Una volta pervenuta la domanda, l’ufficio verifica la correttezza della documentazione prodotta e, in caso di esito positivo, procede con la registrazione dell’accordo e comunica i dati al richiedente.

Puoi trovare un esempio di modulo di riduzione dell’affitto nel box sottostante.

Affitti e contributo a fondo perduto

Tutti coloro che hanno ridotto il canone di locazione possono beneficiare di un bonus previsto dallo Stato. In pratica, i locatori di immobili ad uso abitativo situati in un Comune ad alta tensione abitativa hanno diritto al contributo a fondo perduto pari al 50% della riduzione del canone entro il limite massimo annuo di 1.200 euro ciascuno.

Restano escluse dal predetto contributo le locazioni di immobili che rientrano nelle seguenti categorie:

  • A/10: uffici e studi privati;
  • B: scuole, uffici pubblici, ecc.;
  • C: negozi, laboratori, magazzini, ecc.;
  • D: opifici, alberghi ecc.;
  • E: stazioni per servizi di trasporto, ecc.

SCRITTURA PRIVATA

Con la presente scrittura privata tra il (locatore) nome cognome…………………….……………nato/a ………….… il……………. residente in Via……………… a……………..codice fiscale………………………… di seguito: “il locatore” e

il (conduttore) nome cognome……………………. nato/a ……… il…………….residente in Via……………… a……………( codice fiscale …………………………….. di seguito: ” il conduttore” e congiuntamente: “le parti”

Le parti

in relazione al contratto di locazione l’immobile sito in Via………………………………. n° ……….. a………………….intercorso tra le parti in data ……………..e registrato all’Agenzia delle Entrate in data ………………al n° ………………………, per un canone annuo di € ………………… suddiviso in dodici rate mensili da pagarsi anticipatamente il primo di ogni mese;

stante le oggettive difficoltà economiche del conduttore, determinate della situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19, di comune accordo stabiliscono di

•             ridurre il canone mensile dagli attuali €…………….. a €…………….

La presente scrittura privata non costituisce novazione contrattuale, pertanto restano invariate tutte le altre clausole del contratto.

Data………………….

Firma del Locatore…………………….

Firma del Conduttore…………………………………..


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube