Covid: come riconoscerlo dalla lingua

21 Gennaio 2021
Covid: come riconoscerlo dalla lingua

Identificato un nuovo potenziale sintomo del Coronavirus grazie a un’app.

È stata ribattezza «lingua Covid»: un’infiammazione alla lingua che provoca ulcere, gonfiore e, a volte, anche delle brutte chiazze biancastre. Può essere a tutti gli effetti un sintomo del Coronavirus, perché il fenomeno è stato osservato in parecchi pazienti. Va detto che l’associazione non è automatica e che le ulcere e la «glossite» – così si chiama tecnicamente questo tipo di infiammazione della lingua – possono essere anche provocate da altro.

È un dato di fatto, però, che numerosi ex positivi abbiano avuto delle reazioni cutanee, dopo aver contratto il virus. In particolare, dalle analisi del King’s College di Londra, risulta che il 21% dei pazienti che sta usando l’app Covid Symptom per segnalare le avvisaglie dell’infezione ha notato sintomi dermatologici. Tra questi anche la glossite, che finora era passata inosservata.

Si era visto che il Coronavirus poteva provocare orticaria, qualcosa di simile alla varicella o ai geloni o nei bambini anche la sindrome di Kawasaki, infiammazione di alcuni vasi sanguigni che si traduce in arrossamenti di occhi e labbra ed eruzioni cutanee.

Tim Spector, epidemiologo del King’s College, ha postato una foto sul suo profilo Twitter per rendere meglio l’idea di cosa si intende per «lingua Covid». L’immagine è quella riportata sopra.

Spector ha scritto che «una persona su cinque con Covid presenta sintomi non comuni che non figurano nell’elenco ufficiale della Public Health England, come rash cutanei. Si sta assistendo a un aumento del numero delle lingue Covid e di strane ulcere alla bocca. Se avete strani sintomi o anche influenza o stanchezza restate a casa».

La glossite può durare anche per mesi. Numerose malattie infettive possono causarla ma, dal momento che, come dimostrano gli approfondimenti degli esperti può anche essere sintomo di Covid, laddove si noti qualcosa di anomalo nella propria bocca è consigliabile segnalarlo al proprio medico.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube