Diritto e Fisco | Articoli

Come fare per risultare in uno stato di famiglia diverso?

30 Gennaio 2021
Come fare per risultare in uno stato di famiglia diverso?

Volevo sapere come procedere affinché io e la mia compagna possiamo risultare in uno stato di famiglia diverso da quello dei miei genitori se abitiamo in un piano diverso dello stesso edificio.

La normativa italiana in materia anagrafica (in particolare il decreto del Presidente della Repubblica n. 223 del 1989) stabilisce che se più persone:

  • convivono nella stessa abitazione
  • e sono legate fra loro da vincoli di matrimonio o di parentela o di affinità o anche semplicemente da vincoli affettivi

queste persone costituiscono un’unica famiglia anagrafica e, quindi, devono risultare in un unico stato di famiglia.

Perciò, nel suo caso, se la sua compagna chiedesse all’ufficio anagrafe del Comune di trasferire la sua residenza nella casa in cui già vivete insieme ai suoi genitori, lei finirebbe nello stesso stato di famiglia in cui già figurate lei ed i suoi genitori perché:

  • la sua compagna è legata da vincoli affettivi a lei ed ai suoi genitori
  • e perché andrebbe a trasferire la sua residenza in un appartamento che risulta, anche se diviso in più piani, un’unica unità abitativa e perciò alla fine risulterebbe convivere nella stessa abitazione con lei e con i suoi genitori.

Pertanto, per fare in modo che lei e la sua compagna risultiate in uno stato di famiglia distinto da quello dei suoi genitori, occorre che procediate prima al frazionamento catastale (se possibile) della casa in modo da ottenere due distinte unità abitative (con attribuzione di due diversi numeri subalterni dal punto di vista catastale).

In questo modo, infatti, risulterà che lei e la sua compagna non convivete più nella stessa abitazione dei suoi genitori e, quindi, potrete risultare una famiglia anagrafica distinta da quella dei suoi genitori e figurare in uno stato di famiglia diverso.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube