Cronaca | News

Cliente senza mascherina in negozio: può non essere servito

25 Gennaio 2021 | Autore:
Cliente senza mascherina in negozio: può non essere servito

Il commesso che si rifiuta di accogliere una persona senza protezione non deve essere licenziato: prevale l’obbligo delle misure anti-Covid.

Il cliente non sempre ha ragione. Soprattutto se di questi tempi entra in un negozio senza mascherina e pretende di essere servito: il dipendente o la commessa può rifiutarsi di farlo ed invitare il cliente a lasciare il negozio.

Non solo: il titolare dell’attività non può licenziare il commesso che si prende la libertà di non servire un cliente senza mascherina. Lo ha stabilito il tribunale di Arezzo in una recente sentenza [1].

Nel caso specifico, i giudici si sono espressi su un dipendente che si era rifiutato di vendere due pacchetti di sigarette ad un uomo entrato nel punto vendita senza mascherina o altro dispositivo di protezione personale. L’avventore non l’aveva presa bene e, dopo aver detto che le mascherine le portano solo i malati, aveva denunciato il fatto su Facebook. Nemmeno il titolare del punto vendita l’aveva presa bene, tant’è che il dipendente era stato licenziato per giusta causa con l’accusa di aver danneggiato gravemente l’immagine dell’azienda.

Decisione, però, che è stata ribaltata dal tribunale. Secondo il giudice aretino, la Costituzione garantisce al dipendente il diritto di lavorare in condizioni di sicurezza e di rifiutarsi di svolgere la propria prestazione se viene esposto ad un rischio di danno alla persona.

Oltretutto, ricorda ancora il giudice, il datore di lavoro è la persona che risponde della mancata osservanza all’interno dei propri locali delle regole contenute nei protocolli di sicurezza e nei vari decreti emanati dall’inizio della pandemia.

Ne consegue che il datore, anziché sanzionare il dipendente, lo deve incoraggiare a far rispettare le misure anti-Covid all’interno del punto vendita. Risultato: il cliente che si presenta dal tabaccaio, in edicola o in qualsiasi negozio senza la mascherina può non essere servito. Ed il commesso che si rifiuta di servirlo non può essere licenziato.


note

[1] Trib. Arezzo sent. n. 9/2021.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

5 Commenti

  1. All’ingresso di molti negozi, sono stati affissi dei cartelli in cui si precisa che il cliente non può entrare senza la mascherina e soprattutto deve igienizzarsi le mani con gli igienizzanti messi a disposizione. Credo sia doveroso rispettare queste indicazioni per la propria salute e quella degli altri

  2. Tempo fa, sono stata in un negozio di calzature ed i commessi con molta accortezza igienizzavano le scarpe dei clienti dopo averle fatte misurare. C’erano un paio di signore che non indossavano correttamente la mascherina, cioè con il naso scoperto, ed i commessi le hanno “rimproverate” dicendo come bisogna indossarla con una certa cortesia. Ecco, credo che queste siano giuste modalità di comportamento perché così si garantisce a tutti una certa sicurezza

  3. Credo che sia il minimo non servire il cliente che non rispetta le misure di sicurezza imposte praticamente ovunque, anche se questi clienti dovrebbero essere intercettati all’inizio e richiamati prontamente in modo da evitare dispersioni di batteri e possibili contagi

  4. Mi è capitato di beccare gente che durante le prove nei camerini uscisse fuori per specchiarsi senza mascherina. Allora, con una certa cortesia più clienti abbiamo fatto notare la vicenda alle commesse che hanno puntualizzato le regole di sicurezza. Non ha senso se solo alcune persone rispettano certe misure. Deve trattarsi di norme di comportamento ormai date per scontate e osservate da tutti!

  5. A me è capitato di trovare una signora senza mascherina dal parrucchiere. Si trattava di una maestra che parlava parlava parlava senza mascherina tranquillamente, mentre il parrucchiere le sistemava i capelli. Io mi sono rifiutata di entrare nel centro finché non le hanno fatto indossare la mascherina. Ero con mia madre e sono entrata solo per lei, altrimenti se fossi stata sola avrei cancellato l’appuntamento.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube