L’esperto | Articoli

Cartella di pagamento senza avviso di accertamento: ultime sentenze

25 Gennaio 2021
Cartella di pagamento senza avviso di accertamento: ultime sentenze

L’avviso bonario non è obbligatorio tutte le volte in cui nella dichiarazione dei redditi non risultino omissioni o errori ma vi sia solo una irregolarità di pagamento. 

In tema di controllo automatizzato ex art. 36 bis d.P.R. n. 600 del 1973, è legittima l’iscrizione a ruolo della maggiore imposta, senza necessità di emettere avviso di accertamento, quando la verifica sia meramente cartolare e non implichi valutazioni, ciò che avviene quando essa si fondi sul solo riscontro obiettivo tra i dati formali contenuti nella dichiarazione dei redditi e le informazioni sul contribuente reperibili nell’anagrafe tributaria e sulle incongruità riscontrate dal suddetto raffronto. (Nella specie, si trattava di recupero di crediti di imposta per investimenti in aree svantaggiate non indicati nel quadro RU della dichiarazione dei redditi). 

Cassazione civile sez. trib., 05/11/2020, n.24747

In caso di omesso versamento di imposte, rilevata direttamente dalla liquidazione della dichiarazione fiscale presentata dal contribuente, l’avviso bonario non è richiesto

L’emissione della cartella di pagamento con le modalità previste dall’art.36bis D.P.R. n.600/1973 e art.54bis D.P.R. n.633/1972 non è condizionata dalla preventiva comunicazione dell’esito del controllo al contribuente, salvo che il controllo stesso non riveli l’esistenza di errori, essendovi, solo in tale ipotesi di irregolarità riscontrata nella dichiarazione, l’obbligo di comunicazione per la liquidazione di imposta. L’obbligo per l’Amministrazione finanziaria di inviare la comunicazione di irregolarità, nel rispetto del principio del contraddittorio preventivo sancito al comma 5 dell’articolo 6 dello Statuto del contribuente, sussiste solo qualora vi siano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione.

Comm. trib. reg. Roma, (Lazio) sez. XI, 17/09/2020, n.2631

La notifica della cartella di pagamento a seguito di controllo automatizzato è legittima anche se non preceduta dalla comunicazione del c.d. “avviso bonario” ex art.36bis, comma 3, D.P.R. n.600 del 1973, nel caso in cui non vengano riscontrate irregolarità nella dichiarazione, atteso che il contraddittorio endoprocedimentale non è invariabilmente imposto dall’art.6, comma 5, L. n.212 del 2000, il quale lo prevede soltanto quando sussistano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione.

Comm. trib. prov.le Napoli sez. XXVI, 26/05/2020, n.3637

In caso di controlli automatici sussiste l’obbligo di inviare la comunicazione di irregolarità da parte dell’Amministrazione finanziaria solo ove ci siano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione

In materia di controlli automatici di cui agli artt.36bis del D.P.R. n.600 del 1973 e 54bis del D.P.R. n.633 del 1972, escluso che l’Amministrazione debba emettere e notificare un avviso di accertamento, è principio consolidato in giurisprudenza quello secondo il quale l’obbligo per l’Amministrazione finanziaria di inviare la comunicazione di irregolarità, nel rispetto del principio del contraddittorio preventivo sancito al comma 5 dell’articolo 6 dello Statuto del contribuente, sussiste solo qualora vi siano incertezze su aspetti rilevanti della dichiarazione.

Comm. trib. prov.le Napoli sez. V, 28/09/2020, n.6167



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube