Diritto e Fisco | Articoli

Conto corrente cointestato: su ogni prelievo spetta la metà anche all’altro titolare

28 Gennaio 2014
Conto corrente cointestato: su ogni prelievo spetta la metà anche all’altro titolare

La parte che ha prelevato da un c/c cointestato delle cifre è tenuto alla restituzione all’altro intestatario, a prescindere dal rapporto sottostante.

 

Se il conto corrente è cointestato a due persone, si presume – salvo prova contraria – che entrambi siano titolari del rapporto; pertanto, su ogni prelievo effettuato da uno dei due, all’altro spetta la metà della somma. È quanto sottolineato ieri dalla Cassazione [1].

Il caso è abbastanza tipico. Un conto intestato a due soggetti (per esempio, marito e moglie o due soci di una stessa azienda) consente, di norma, ad entrambi, di effettuare prelievi allo sportello o al bancomat. Ma la presenza di una delega alle suddette operazioni non esclude che alcune di esse possano essere effettuate senza il consenso del cointestatario. Che tutela quest’ultimo potrebbe invocare in tali casi?

Secondo la Suprema Corte, al cointestatario spetta sempre la metà di ogni prelievo effettuato dagli altri contitolari. E ciò perché il fatto stesso che un conto corrente sia intestato a due persone fa presumere che tutte e due siano titolari del rapporto. Spetta pertanto al contitolare la restituzione della somma pari alla metà di quanto ivi contenuto e dal primo prelevato.

Insieme alla restituzione della metà della somma, sono dovuti anche gli interessi a partire (non dalla data del prelievo, ma) dalla data in cui è stata presentato l’atto di citazione in tribunale.


note

[1] Cass. sent. n. 1646/14 del 27.01.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube