Cronaca | News

Covid: i consigli per andare al ristorante in sicurezza

1 Febbraio 2021
Covid: i consigli per andare al ristorante in sicurezza

Il rischio in questi luoghi può essere alto per via degli ambienti chiusi e dell’impossibilità di indossare la mascherina. Ma si può sempre scegliere con cura e usare gli accorgimenti giusti.

In Italia, riapre la stragrande maggioranza dei ristoranti e dei bar, dato che la stragrande maggioranza delle regioni (quindici, per la precisione) si trova in zona gialla.

L’orario di chiusura è come sempre alle 18, con la differenza che i ristoranti possono fare asporto fino alle 22 mentre i bar solo fino alle 18. Sempre consentite, invece, le consegne di cibo/bevande a domicilio.

I luoghi dello svago, tra cui bar e ristoranti, sono stati spesso bollati come tra i più pericolosi, per il fatto che mentre si mangia o si beve si deve necessariamente fare a meno della mascherina (per approfondire leggi qui: Covid: dove si rischia di più). Vuol dire che dobbiamo fare a meno di andarci anche se sono aperti? Ma no. Ci si può ancora concedere un pranzo fuori quando se ne ha voglia e si è in zona gialla. Tutto sta nel dotarsi di un po’ di prudenza.

Il Corriere della Sera, nell’edizione di oggi, ha pubblicato una specie di decalogo su quali accorgimenti utilizzare quando si va a pranzo al ristorante, in base alle linee guida stilate dal Comitato tecnico scientifico (Cts). C’è infatti una serie di aspetti ai quali è bene prestare attenzione per limitare al minimo le probabilità di contagiarsi. Anche questo, volendo, rientra nell’atteggiamento di responsabilità chiesto a ognuno di noi per cercare di placare il virus.

Innanzitutto: i ristoranti devono adeguarsi alla pandemia. Dunque, tenere i tavoli alla distanza minima di un metro l’uno dall’altro, mettere a disposizione dei clienti flaconi di gel igienizzante, esporre fuori dal locale un bollino con il numero massimo di persone che possono entrare.

Il gel deve trovarsi in più punti. Non può mancare all’ingresso e nelle vicinanze della toilette. I bagni devono essere puliti più volte al giorno. Alla cassa, per fare in modo che, oltre alle mascherine, sia presente un’ulteriore barriera al droplet, si può posizionare un divisorio trasparente in plexiglass.

È consigliato «favorire modalità di pagamento elettroniche, possibilmente al tavolo», si legge sulle linee guida validate dal Cts. La regola è sempre quella di essere al massimo quattro per tavolo, se non si convive con i commensali.

«Per i menù – scrivono gli esperti – favorire la consultazione online sul proprio cellulare, o predisporre menù in stampa plastificata, e quindi disinfettabile dopo l’uso, oppure cartacei a perdere». I camerieri devono sempre indossare la mascherina e, una volta che i clienti sono andati via, bisogna disinfettare il tavolo.

Questo è tutto ciò che, a livello di precauzioni anti-Covid, il ristorante deve impegnarsi a garantire. Cosa può fare invece il cliente? Tutto sommato gli obblighi e le raccomandazioni a suo carico sono molti di meno. Meglio non condire il cibo con oliere o saliere a disposizione di tutti, se ve ne sono (sarebbe bene evitarle il più possibile perché non sono disinfettabili).

Chi è a pranzo deve indossare la mascherina quando non è seduto al tavolo, dunque se si alza per pagare, andare in bagno o altro. Potrebbe essere una buona precauzione anche quella di indossare nuovamente la mascherina non appena finito di mangiare. Se previsto, il cliente deve farsi misurare la temperatura con temoscanner all’entrata.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube