Diritto e Fisco | Articoli

Vietate le telecamere per spiare i dipendenti: illegittime anche se restano spente

30 Gennaio 2014 | Autore:
Vietate le telecamere per spiare i dipendenti: illegittime anche se restano spente

Telecamere installate sul luogo di lavoro senza consenso né autorizzazione: condannato il datore anche quando non vengono accese.

 

Il datore di lavoro non può installare telecamere di sorveglianza puntate sui lavoratori se prima non ha ottenuto il consenso delle rappresentanze sindacali o l’autorizzazione dell’Ispettorato del lavoro. Basta l’installazione in violazione di tale divieto a far scattare la condanna penale, indipendentemente dal fatto che le telecamere siano state effettivamente utilizzate solo dopo l’autorizzazione.

È quanto affermato da una recente sentenza della Cassazione [1] che ha condannato il proprietario di un supermercato per aver installato, senza autorizzazione, delle telecamere a circuito chiuso sopra le casse.

Si ricorda che la legge [2] vieta in ogni caso l’utilizzo di impianti audiovisivi quando questi abbiano come unica finalità quella di controllare a distanza i dipendenti.

L’installazione è ammessa, invece, quando è dovuta ad esigenze organizzative e produttive o di sicurezza (per esempio per prevenire furti); se però le telecamere potrebbero comunque essere idonee a controllare i dipendenti, la loro installazione è ammessa solo se vi è stato il consenso delle rappresentanze sindacali o l’autorizzazione dell’ispettorato del lavoro.

Il consenso/autorizzazione di rendono necessarie per tutelare la privacy dei dipendenti contro illecite invasioni da parte del datore di lavoro.

La sentenza in esame sottolinea un aspetto importante: il datore è condannato per il solo fatto che installa le telecamere senza interpellare i sindacati, anche se aspetta l’autorizzazione per accenderle. Ciò in quanto il reato condannato dalla legge è cosiddetto di pericolo, cioè punisce le condotta del datore (installazione) che è già di per sé potenzialmente idonea a violare la privacy dei dipendenti.


note

[1] Cass. sent. n. 4331 del 30 gennaio 2014.

[2] Art. 4 L. 300/1970 (Statuto dei lavoratori).

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube