Lotteria scontrini: esercenti a rischio controlli dal Fisco

4 Febbraio 2021 | Autore:
Lotteria scontrini: esercenti a rischio controlli dal Fisco

Chi non accetta il codice negando al consumatore la possibilità di partecipare può essere segnalato e rientrerà nell’elenco di chi avrà accertamenti.

La neonata lotteria degli scontrini si conferma un’arma a doppio taglio per gli esercenti. Da una parte, la partecipazione del consumatore al «gioco» che consente di vincere dei premi per pagare gli acquisti con moneta elettronica coinvolge il commerciante nella possibile vincita: chi ha battuto lo scontrino fortunato può portare a casa fino a un milione di euro. Dall’altra parte, però, gli stessi esercenti devono tener presente il rischio non solo di rifiutare il pagamento con carta di credito o Bancomat ma anche di non consentire al consumatore di partecipare alla lotteria rifiutando il codice mostrato al momento dell’acquisto.

Lo Stato, infatti, nel mettere in piedi tutto il meccanismo organizzativo del gioco a premi, ha previsto uno spazio all’interno del portale della lotteria degli scontrini in cui il consumatore può lasciare una segnalazione sul commerciante che non ha accettato il suo codice lotteria. Ed è qui che scende in campo l’Agenzia delle Entrate: il negoziante viene automaticamente inserito nelle liste dei soggetti su cui effettuare dei controlli fiscali. Come se le Entrate dicessero all’esercente: «Se fai giocare, puoi vincere anche tu. Altrimenti, barba e capelli».

Salta all’occhio, dunque, la disparità di trattamento tra consumatori e negozianti. I primi non sono tenuti a partecipare alla lotteria degli scontrini: per loro resta una libera scelta tentare la fortuna ogni volta che vanno ad effettuare un acquisto. Scelta molto meno libera, invece, per il commerciante che, oltretutto, deve dotarsi «di un registratore telematico con il software aggiornato e deve accettare pagamenti elettronici, con il classico Pos o altri sistemi omologati», come si legge nella guida alla lotteria, sostenendo i relativi costi. In attesa che il Governo (quando ce ne sarà uno) dica se quei soldi sono recuperabili in alcun modo.

Già, quest’obbligo di aggiornamento aveva suscitato delle polemiche tra gli esercenti per il poco tempo concesso dallo Stato al fine di attrezzarsi con gli strumenti richiesti: la proroga di un mese, dal 1° gennaio al 1° febbraio, era stata giudicata insufficiente. Ora, la prospettiva di essere anche «denunciati» dai consumatori sul portale della lotteria facendo suonare le campane del Fisco non deve far certo piacere. Anche se, ovviamente, chi non ha nulla da nascondere non ha nemmeno nulla da temere.

Va ricordato, guardando il bicchiere mezzo pieno, che i commercianti possono vincere insieme ai consumatori. Ogni euro speso da loro dà diritto a un biglietto per partecipare alle estrazioni (la prima è prevista per l’11 marzo) fino ad un massimo di 1.000 biglietti per un acquisto pari o superiore a 1.000 euro. Il negoziante, come noto, è tenuto ad inviare telematicamente i corrispettivi. Da qui si potrà capire, al momento dell’estrazione, da chi è stato battuto lo scontrino baciato dalla fortuna. L’esercente in questione può vincere uno dei 15 premi settimanali da 5.000 euro ciascuno, uno dei 10 premi mensili da 2.000 euro ciascuno o il super premio annuale da 1 milione di euro.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube