Concorsi pubblici: ora potranno svolgersi così

5 Febbraio 2021 | Autore:
Concorsi pubblici: ora potranno svolgersi così

Dal 15 febbraio ripartono alcune prove: obbligo di tampone, dispositivi di protezione e sanificazione. I vincoli per candidati e amministrazioni.

Ancora una decina di giorni e potranno riprendere alcuni concorsi pubblici, bloccati per l’emergenza Covid. In particolare, secondo quanto stabilito dal ministero della Funzione pubblica, dal 15 febbraio 2021 si potranno tenere le prove selettive (e anche preselettive) nei casi in cui il numero dei partecipanti non sia superiore a 30 «per ogni sessione o sede di prova». E sarà proprio il coronavirus a condizionare lo svolgimento delle prove: il Comitato tecnico scientifico ha validato un Protocollo con una serie di regole per consentire la partecipazione agli esami senza rischiare contagi e compromettere la salute.

La prima va osservata ancor prima di recarsi nel luogo in cui si svolge il concorso: per potervi accedere, infatti, occorrerà mostrare il risultato negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato al massimo 48 ore prima della prova mediante tampone oro/rino-faringeo presso una struttura pubblica o privata accreditata o autorizzata. Il test sarà facoltativo, invece, solo nel caso di procedure concorsuali interamente riservate al personale interno dell’amministrazione che ha convocato le prove. In questi ultimi casi, i candidati dovranno presentare un’autocertificazione alla commissione, indicando di non essere a conoscenza di un eventuale stato di positività al coronavirus al momento di sostenere l’esame.

Il Comitato ha poi messo dei limiti al numero massimo di sessioni giornaliere: non potranno essere più di due lasciando tra l’una e l’altra il tempo necessario al deflusso di tutti i partecipanti e alle operazioni di pulizia e di sanificazione del locale.

A proposito di deflusso: dovrà essere adottata la massima attenzione anche nella gestione dell’ingresso e dell’uscita dei candidati. L’amministrazione che ha indetto il concorso dovrà fornire ai partecipanti i dispositivi di protezione individuale (quindi, le mascherine) ed occuparsi della bonifica dei locali. Sarà tenuta anche a pianificare tutti gli adempimenti per il corretto svolgimento delle prove dal punto di vista sanitario descrivendo, in modo dettagliato, tutte le varie fasi della procedura del concorso tenendo conto della normativa in vigore. I piani operativi ed il Protocollo di sicurezza dovranno essere pubblicati sulla pagina web dedicata al concorso entro cinque giorni dalla data della prova, mentre almeno tre giorni prima dovranno essere trasmessi al ministero della Funzione pubblica.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube