Diritto e Fisco | Articoli

Interpretazione sfavorevole della legge: può essere retroattiva?

31 Maggio 2021 | Autore:
Interpretazione sfavorevole della legge: può essere retroattiva?

Mutamento dell’orientamento giurisprudenziale: l’interpretazione svantaggiosa per l’imputato può applicarsi anche al passato?

È principio giuridico pacifico quello secondo cui la legge ha effetti solamente per il futuro. Se così non fosse, si rischierebbe di dover pagare sanzioni e perfino di finire in carcere per azioni commesse in passato. Si pensi a una legge che, improvvisamente, stabilisca che tutti i possessori di auto di una certa cilindrata debbano pagare una speciale tassa anche per gli anni precedenti, oppure che è reato evadere il Fisco anche di un solo euro, con applicazione anche per il passato. Se fosse così, nessuno sarebbe al sicuro da improvvisi ripensamenti dello Stato, con conseguenze anche gravi. Ecco perché esiste una norma che stabilisce che la legge vale solo per il futuro, cioè dal momento in cui è stata emanata e resa nota a tutti. Ma ciò vale anche per l’interpretazione di una norma? L’interpretazione sfavorevole della legge può essere retroattiva?

Com’è noto, i precetti contenuti nella legge non sempre sono chiari; proprio per tale ragione, spesso, occorre la corretta interpretazione degli stessi, attività che di solito è lasciata alla giurisprudenza. Sono le sentenze dei giudici che, nel tempo, forniscono l’orientamento interpretativo corretto di una norma che non è scritta in maniera troppo chiara.

Secondo la Corte di Cassazione, sebbene in materia penale viga un divieto assoluto di retroattività della legge, almeno quando essa punisca fatti prima non costituenti reato, questo principio non si applica automaticamente nell’ipotesi di interpretazione sfavorevole. Per saperne di più, prosegui nella lettura: vedremo se l’interpretazione sfavorevole della legge può valere anche per il passato.

Irretroattività della legge: cosa significa?

Secondo il nostro ordinamento giuridico [1], la legge non dispone che per l’avvenire: essa non ha effetto retroattivo. In pratica, dire che la legge è irretroattiva significa affermare che essa produce effetti solo per il futuro.

In genere, una legge appena approvata è efficace 15 giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (periodo definito “vacatio legis”).

Nel caso di decreto legge, invece, il provvedimento è efficace sin dal giorno successivo, a volte anche dal giorno stesso della sua pubblicazione.

Se vuoi saperne di più su questo specifico argomento, ti consiglio di leggere l’articolo dedicato al tema “Quando entra in vigore una legge“.

Principio di irretroattività: è derogabile?

Il principio di irretroattività della legge è stabilito proprio da una legge; ciò significa che, volendo, un altro provvedimento legislativo potrebbe derogare a questo principio, sancendo ad esempio la sua efficacia anche per gli anni passati.

Dottrina e giurisprudenza concordano nel ritenere che una norma possa avere valore retroattivo se ciò risponde a un criterio di ragionevolezza e di maggiore giustizia.

Per esempio, sarebbe ragionevole attribuire valore retroattivo a una norma che riconosce tardivamente un certo diritto a una determinata categoria di persone.

Per approfondimenti, si rinvia alla lettura dell’articolo “Quando una norma può avere valore retroattivo?“.

Irretroattività della legge penale: cos’è?

Quanto detto in merito alla possibilità di derogare al principio di irretroattività della legge non vale nel campo penale. L’irretroattività delle norme penali è infatti stabilita direttamente all’interno della Costituzione.

Secondo la nostra Carta fondamentale, nessuno può essere punito se non in forza di una legge che sia entrata in vigore prima del fatto commesso [2].

L’irretroattività assoluta della legge penale vale solo per le norme incriminatrici oppure per quelle che prevedono un trattamento sanzionatorio più severo. Al contrario, se una legge abolisce un reato oppure prevede una pena più mite (ad esempio, una multa al posto della reclusione), allora anche la legge penale può essere retroattiva.

Insomma:

  • la legge penale sfavorevole è sempre irretroattiva;
  • la legge penale favorevole è invece retroattiva.

Interpretazione sfavorevole: è retroattiva?

L’interpretazione sfavorevole di una legge penale può essere retroattiva? Secondo quanto detto sino a questo momento, ciò non sarebbe possibile, in quanto si applicherebbe per il passato un’interpretazione più severa della legge. Non la pensa così la Corte di Cassazione, secondo cui l’interpretazione sfavorevole della legge penale è retroattiva se è prevedibile [3].

Secondo la Suprema Corte, l’applicazione retroattiva di un’interpretazione giurisprudenziale più sfavorevole è consentita quando il risultato interpretativo deteriore sia ragionevolmente prevedibile al momento della commissione del fatto di reato.

Il caso riguardava la condanna per accesso abusivo a un sistema informatico inflitta nei confronti di un ispettore della Polizia di Stato che si era indebitamente introdotto nel sistema informatico e telematico in uso al ministero dell’Interno per effettuare ricerche su eventuali procedimenti penali a suo carico.

Il ricorrente aveva evidenziato come l’accesso al sistema informatico fosse intervenuto prima che le Sezioni unite della Cassazione, con una nota sentenza [4], ribadissero il principio in base al quale il reato di accesso abusivo è integrato se il soggetto, pur essendo abilitato e pur non violando le prescrizioni impartite dal titolare del sistema informatico o telematico protetto, acceda o si mantenga nel sistema per ragioni diverse rispetto a quelle per le quali gli sia stata attribuita la facoltà di accesso.

Prima della pronuncia delle Sezioni unite, parte della giurisprudenza di legittimità aveva ritenuto insussistente il reato di accesso abusivo nel caso in cui l’agente fosse risultato in possesso delle credenziali per accedere alle informazioni contenute nel sistema protetto.

Dal momento che le condotte oggetto di imputazione erano state commesse quando ancora vi era un contrasto interpretativo sulla portata della norma incriminatrice, la difesa aveva quindi posto un tema di imprevedibilità del mutamento giurisprudenziale.

In buona sostanza, secondo la difesa, l’imputato aveva agito in buona fede poiché l’interpretazione della norma non era ancora univoca.

La Corte di Cassazione ha tuttavia dichiarato infondato il motivo di ricorso, distinguendo il cambiamento interpretativo oggettivamente imprevedibile, che si registra quando il mutamento concerne un orientamento fino a quel momento pacifico e consolidato, dalle ipotesi di mutamento oggettivamente prevedibile degli indirizzi interpretativi della Suprema corte.

In sintesi: solo il mutamento imprevedibile dell’orientamento giurisprudenziale è irretroattivo. Da tanto deriva il principio secondo cui l’interpretazione sfavorevole della legge penale è retroattiva se è prevedibile.


L’interpretazione sfavorevole della legge penale è retroattiva se è prevedibile.

note

[1] Art. 11 disposizioni sulla legge in generale.

[2] Art. 25 Cost.

[3] Cass., sent. n. 37524 del 28 dicembre 2020; Cass., sent. n. 1731 del 15 gennaio 2021.

[4] Cass., Sez. Un., sent. n. 41210 del 2017.

Autore immagine: canva.com/


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube