Politica | News

Ecco le priorità di Draghi al Governo

8 Febbraio 2021 | Autore:
Ecco le priorità di Draghi al Governo

Il premier incaricato prepara il programma in vista del secondo giro di consultazioni e dell’incontro con le parti sociali. Forse, mercoledì al Colle.

Salute, lavoro, giovani. Ma anche aiuti alle partite Iva che hanno sofferto la pandemia nelle proprie tasche. Sono questi i temi prioritari su cui Mario Draghi inizierà la sua esperienza di Governo se, come ormai appare scontato, troverà una maggioranza disponibile ad appoggiarlo come capo dell’Esecutivo. Nelle ultime ore, nella pausa prima di avviare oggi il secondo giro di consultazioni con le forze politiche a Montecitorio, l’ex presidente della Bce ha riflettuto sulle questioni da sottoporre in primo piano ai partiti prima di recarsi al Quirinale – forse mercoledì – a sciogliere la riserva e di sottoporsi alla fiducia del Parlamento.

Sul fronte della salute, appare sicuro un ritocco al Recovery plan per destinare più fondi al settore. Già qualche mese fa, in tempi non sospetti, Draghi sostenne in pubblico che bisogna «spendere molto di più sulla salute, perché la pandemia ha evidenziato l’importanza di avere buone strutture di assistenza e un sistema robusto».

Tra le priorità del premier incaricato c’è anche il lavoro, soprattutto in vista della scadenza del divieto di licenziamento prevista per fine marzo, aspetto sottolineato da Draghi quando ha ricevuto il mandato dal Capo dello Stato. Il suo obiettivo dichiarato sarà quello di evitare danni per i lavoratori e per le loro famiglie creando nuovi posti di lavoro anziché concentrandosi sul salvare quelli vecchi. Insomma, meno sussidi e più opportunità per chi ormai fatica a sopravvivere e facilitare la ristrutturazione delle aziende anziché il loro fallimento.

In quest’ottica, vanno favoriti i giovani perché – come lui stesso ha affermato all’ultimo meeting di Comunione e Liberazione della scorsa estate – privare i ragazzi di un futuro «è una delle forme più gravi di diseguaglianza». Le risorse, ad avviso di Draghi, devono concentrarsi sulla scuola e sulla cultura, cioè sulla preparazione e sulla conoscenza.

E poi ci sono le partite Iva, che attendono gli aiuti promessi da un decreto Ristori 5 bloccato dalla crisi di Governo. Draghi dovrà trovare il modo per sostenere chi ha pagato il conto della pandemia «per decreto», con chiusure obbligatorie e pesanti limitazioni. Il presidente incaricato ne parlerà nelle prossime ore durante l’incontro previsto con le parti sociali.

Concluso il secondo giro di consultazioni e dopo essersi confrontato con le forze politiche ed economiche su questi ed altri temi, Draghi salirà molto probabilmente mercoledì al Quirinale per sciogliere la riserva e definire la lista dei ministri con il presidente della Repubblica, cui spetta il potere di nomina, su proposta del capo dell’Esecutivo. Possibile che tutto avvenga nel pomeriggio, visto che in mattinata, alle 11, il Capo dello Stato parteciperà alla Camera alla celebrazione del Giorno del Ricordo.

Se il timing verrà rispettato, giovedì potrebbe essere la giornata del giuramento, ed entro la settimana, massimo all’inizio della prossima, dovrebbe arrivare la fiducia del Parlamento. Venerdì pomeriggio, invece, potrebbe esserci la prima uscita ufficiale di Draghi presidente del Consiglio, in occasione delle celebrazioni per l’anniversario dei Patti Lateranensi, in programma all’ambasciata italiana presso la Santa sede.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube