Diritto e Fisco | Articoli

Interventi su muri portanti condominiali

9 Febbraio 2021
Interventi su muri portanti condominiali

Apertura di una porta in condominio: autorizzazioni, permessi e divieti. 

Un nostro lettore ci chiede se, per eseguire degli interventi sui muri portanti condominiali, necessari ad aprire una porta di collegamento, ci sia bisogno dell’autorizzazione del condominio stesso. Quali sono i permessi e le licenze da chiedere?

In base al codice civile ciascun condomino può eseguire degli interventi sulla proprietà comune, dandone semplicemente notizia preventiva all’amministratore, che poi riferirà all’assemblea, ma senza dover attendere l’autorizzazione di quest’ultima. E ciò perché ciascun condomino è libero di utilizzare la cosa comune, anche eseguendo degli interventi di natura definitiva, a condizione che ciò non crei un pregiudizio alla stabilità o all’estetica del palazzo.

La possibilità di eseguire degli interventi su muri portanti condominiali può essere però contrastata dallo stesso condominio qualora ritenga che le opere possano pregiudicare l’edificio: in tal caso l’amministratore potrà avviare un giudizio d’urgenza dinanzi al tribunale affinché faccia cessare le opere. Per evitare un rischio di tale tipo sarebbe più conveniente far visionare il progetto all’assemblea e ottenere da questa l’autorizzazione. In tal caso non sarebbero più possibili successive contestazioni. 

Secondo l’orientamento stabile della Cassazione, il condomino può aprire una porta nel muro comune, per esempio, per mettere la propria unità immobiliare in comunicazione con il garage condominiale [1], con l’androne [2], con il giardino condominiale [3], ma con il limite di non arrecare pregiudizio alle parti comuni dell’edificio, alla stabilità o alla sicurezza del muro, e di non alterarne il decoro architettonico. 

Allo stesso modo si può abbattere il muro del pianerottolo per ricavare una seconda porta d’ingresso all’interno dello stesso appartamento senza perciò chiedere l’autorizzazione al condomino, sempre a patto che vengano rispettati i predetti limiti.

È legittima anche l’apertura di una porta per collegare il proprio appartamento al lastrico solare condominiale, trattandosi d’intervento rientrante nell’ambito dell’uso più intenso del bene comune [4], o a una scala condominiale diversa da quella dalla quale si è serviti, a condizione che si rispettino i limiti indicati in precedenza e che l’incremento di passaggio e traffico sulla seconda scala non comporti un’apprezzabile limitazione del godimento in capo agli altri condomini [5]. 

È consentita, infine, l’apertura, da parte di un condomino, di una porta che affacci sul ballatoio comune, ricavata abbattendo il corrispondente tratto di muro perimetrale che delimita la sua unità immobiliare [6].

Un condomino non può invece aprire una porta nel muro perimetrale per mettere in comunicazione la propria unità immobiliare con altra unità immobiliare, sempre di sua proprietà ma sita in altro edificio [7]; in tale ipotesi, infatti, è necessario il consenso scritto di tutti gli altri condomini [8].


note

[1] Corte di Cassazione 3/6/2003, n. 8830.

[2] Corte di Cassazione 11/1/1997, n. 240

[3] Corte di Cassazione 13/10/1978, n. 4592

[4] Corte di Cassazione 2/2/2005, n. 2099

[5] Corte di Cassazione 20/6/1977, n. 2589

[6] Trib. Napoli ordinanza 6/12/2004

[7] Corte di Cassazione 19/4/2006, n. 9036

[8] Corte di Cassazione 5/4/2011, n. 7748.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube