Che succederà con il reddito di cittadinanza

10 Febbraio 2021 | Autore:
Che succederà con il reddito di cittadinanza

La revisione dei sussidi rientrerà nella riforma fiscale del Governo Draghi, per riordinare la miriade di aiuti di Stato e puntare sul mercato del lavoro.

La partita sulla riforma fiscale è ancora aperta. Nelle consultazioni con le forze politiche, il premier incaricato, Mario Draghi, si è limitato a dare qualche anticipazione di ciò che intende fare sul fronte delle tasse, più per rassicurare i partiti che per fare degli annunci definitivi. Qualche punto fermo, però, c’è: non ci sarà alcuna nuova tassa, nemmeno nascosta tra le pieghe di qualche decreto. Lo schema delle aliquote Irpef verrà modificato. E non ci sarà un sistema basato sui sussidi che, pur restando accessibili, dovranno essere affiancati da nuove possibilità di occupazione.

Su quest’ultimo punto, si attende una mossa di estrema abilità da parte del futuro presidente del Consiglio. Perché la domanda che in molti si pongono è: che succederà con il reddito di cittadinanza? Se Draghi spingerà verso la fine dell’assistenzialismo per potenziare il mercato del lavoro, significa che i sostegni al reddito avranno vita breve? Per ora, almeno in pubblico, il presidente incaricato non ha detto nulla che riguardi specificamente il reddito di cittadinanza. Lo ha fatto ieri durante le consultazioni, secondo quanto annunciato dal Movimento 5 Stelle.

Il capo politico dei pentastellati, Vito Crimi, ha fatto sapere al termine del colloquio con Draghi che nell’incontro è stata ribadita «l’importanza del reddito di cittadinanza e abbiamo avuto la rassicurazione che oggi più che mai è necessario rafforzare le misure di sostegno e creare misure universali che abbiano al proprio interno misure di ammortizzatori sociali e sussidi. Misure indirizzate a tutte le figure in difficoltà ad essere inserite nel mondo del lavoro», ha spiegato Crimi.

Non pare possibile che Draghi entri a gamba tesa sui sussidi e che decida di eliminare il reddito di cittadinanza in tempi brevissimi. Piuttosto, le indicazioni che emergono dai discorsi pronunciati dallo stesso ex governatore della Bce anche in tempi molto recenti fanno intuire una riforma del Fisco che rivedrà tutta la marea di aiuti di Stato oggi in vigore, tra piccoli interventi, bonus, ecobonus, superbonus, detrazioni, deduzioni e, appunto, i sussidi come il reddito di cittadinanza. Il tutto, però, senza aumentare una pressione fiscale che anche Draghi ritiene ormai insopportabile.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube