Diritto e Fisco | Articoli

Commercianti e artigiani, contributi Inps 2021

10 Febbraio 2021 | Autore:
Commercianti e artigiani, contributi Inps 2021

L’Inps, con una nuova circolare, ha comunicato i contributi dovuti per il 2021 per gli iscritti alle gestioni artigiani e commercianti: nuovi aumenti.

Non cambia il reddito minimale, che resta pari a 15.953 euro, ma aumentano le aliquote contributive (cioè le percentuali relative ai contributi previdenziali da pagare, applicate al reddito) dovute per l’anno 2021 dagli iscritti alle gestioni speciali degli artigiani e dei commercianti. Anche quest’anno, dunque, continuano a salire i contributi Inps a carico di artigiani e commercianti: lo ha comunicato l’Inps, con una circolare recentemente pubblicata [1].

Vediamo subito a quanto ammontano e come si calcolano, per commercianti e artigiani, i contributi Inps 2021.

Per quanto riguarda l’aumento delle aliquote, va evidenziato che non si tratta delle aliquote previste per i titolari ed i collaboratori di età superiore a 21 anni, in quanto per questi iscritti è stato già raggiunto il valore del 24%, che corrisponde all’innalzamento previsto dalla legge Fornero [2]. Gli incrementi riguardano invece i coadiutori, sia artigiani e commercianti, di età inferiore a 21 anni, per i quali ancora non è stata raggiunta l’aliquota del 24%. Per l’esattezza, le aliquote ridotte sono applicabili fino a tutto il mese in cui il collaboratore interessato compie i 21 anni.

L’aliquota continuerà ad essere incrementata, negli anni a venire, in misura pari a 0,45 punti annui, fino ad arrivare alla soglia stabilita dalla legge Fornero.

Gli iscritti presso la gestione speciale dei commercianti, poi, versano un’aliquota aggiuntiva dello 0,09%, che serve a finanziare l’indennizzo per la cessazione definitiva dell’attività commerciale. Questa misura, che accompagna alcuni iscritti dalla chiusura dell’attività sino al pensionamento per vecchiaia, con la corresponsione di un’indennità pari al trattamento minimo, è ormai diventata strutturale, cioè stabile.

Contributi 2021 artigiani e commercianti

Le aliquote contributive da applicarsi sul reddito per il 2021 sono pari al:

  • 24% per gli artigiani;
  • 24,09% per i commercianti;
  • 22,35% per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 22,44% per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

Il reddito minimale sul quale la contribuzione deve essere versata, essendo pari a- 0,3%, la variazione percentuale verificatasi nell’indice dei prezzi al consumo, non varia rispetto al 2020 ed ammonta dunque a 15.953 euro; di conseguenza, il contributo minimale obbligatorio da liquidare ammonta a:

  • 3.836,16 euro (3.828,72 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per gli artigiani;
  • 3.850,52 euro (3.843,08 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per i commercianti;
  • 3.572,94 euro (3.565,50 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 3.587,29 euro (3.579,85 contributo IVS più 7,44 contributo maternità) per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

Rapportato a mese, il contributo minimale obbligatorio da liquidare ammonta a:

  • 319,68 euro (319,06 contributo IVS più 0,62 contributo maternità) per gli artigiani;
  • 320,88 euro (320,26 contributo IVS più 0,62 contributo maternità) per i commercianti;
  • 297,75 euro (297,13 contributo IVS più 0,62 contributo maternità) per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 298,94 euro (298,32 contributo IVS più 0,62 contributo maternità) per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

Contributi eccedenti il minimale per commercianti e artigiani

Se il reddito eccede il minimale di 15.953 euro annui, si applicano le aliquote contributive esposte nel paragrafo precedente, sino al limite della prima fascia di retribuzione annua pensionabile pari, per il 2021, all’importo di 47.379 euro.

Per i redditi superiori a 47.379 euro annui, l’aliquota aumenta di un punto percentuale; le aliquote contributive sul reddito oltre il minimale, pertanto, risultano determinate come segue:

  • 25% per gli artigiani;
  • 25,09% per i commercianti;
  • 23,35% per i coadiutori artigiani di età inferiore a 21 anni;
  • 23,44% per i coadiutori commercianti di età inferiore a 21 anni.

Massimale di contribuzione per commercianti e artigiani

Per coloro che possiedono almeno un contributo al 31 dicembre 1995, si applica un massimale di reddito, oltre il quale la contribuzione non è dovuta, pari:

  • all’importo della prima fascia di retribuzione annua pensionabile, quindi a 47.379 euro per il 2021;
  • con l’aggiunta di un importo pari a 2/3 della stessa prima fascia di retribuzione annua, cioè di 31.586 euro (2/3 di 47.379).

Il massimale risulta dunque pari, per l’anno 2021, a 78.965 euro (47.379 + € 31.586).

Un differente massimale si applica coloro che sono privi di contribuzione alla data del 31 dicembre 1995, quindi assoggettati al calcolo puramente contributivo della pensione: in questo caso, il massimale annuo è pari, per il 2021, a 103.055 euro: questo massimale non è frazionabile in ragione mensile.

Data di pagamento dei contributi 2021 commercianti e artigiani

I contributi sul minimale devono essere versati, utilizzando il modello di pagamento unificato F24, in 4 rate di pari importo, entro le seguenti scadenze:

  • 1° rata: 17 maggio 2021;
  • 2°rata: 21 agosto 2021;
  • 3° rata: 16 novembre 2021;
  • 4° rata: 16 febbraio 2022.

I contributi eccedenti il minimale devono essere invece versati entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche: saldo 2020, primo acconto 2021 e secondo acconto 2021.

L’Inps già dall’anno 2013 non invia più le comunicazioni contenenti i dati e gli importi utili per il pagamento della contribuzione, perché queste informazioni possono essere facilmente prelevate, a cura del contribuente o di un suo delegato, tramite la funzionalità “Dati del modello F24” contenuta nel Cassetto previdenziale per artigiani e commercianti.

Attraverso questa funzionalità è possibile, inoltre, visualizzare e stampare in formato Pdf il modello da utilizzare per effettuare il pagamento.

Sconto contributi Inps 2021 commercianti e artigiani

Anche nel 2021 continueranno ad applicarsi, per commercianti e artigiani, gli sconti sui contributi Inps per over 65 e per chi aderisce al regime forfettario.


note

[1] Circ. Inps 17/2021.

[2] Art.24, co.22, DL 201/2011.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube