Diritto e Fisco | Articoli

Quanto prende un quinto livello commercio?

7 Giugno 2021
Quanto prende un quinto livello commercio?

Nel nostro ordinamento, i livelli salariali sono stabiliti dai contratti collettivi di lavoro.

Hai partecipato ad una selezione per lavorare come commesso in un negozio di abbigliamento. Ti hanno proposto l’assunzione con inquadramento al V livello del Ccnl Commercio e con la retribuzione contrattuale prevista per questo livello. Vuoi sapere quanto prenderesti di stipendio prima di accettare la proposta.

La determinazione della retribuzione da erogare al lavoratore non è rimessa al libero arbitrio delle parti del rapporto di lavoro essendo, infatti, necessario rispettare i minimi salariali stabiliti dalla contrattazione collettiva di settore.

Quali sono gli stipendi tabellari previsti dal Ccnl Commercio? Quanto prende un quinto livello commercio? Gli importi previsti dai Ccnl come minimi retributivi non sono immutabili nel tempo ma sono soggetti agli incrementi stabiliti dalle parti stipulanti in sede di rinnovo del contratto collettivo. Ma andiamo per ordine.

Cosa sono i minimi salariali?

La Costituzione [1] afferma che il lavoratore ha diritto a ricevere dal datore di lavoro una retribuzione proporzionata alla quantità ed alla qualità del lavoro svolto e, comunque, in grado di garantire a sé ed alla sua famiglia un’esistenza libera e dignitosa. Ovviamente, la disposizione costituzionale fissa un criterio generale che deve essere seguito, ossia, il concetto di giusta retribuzione.

Ma chi decide, nel concreto, quanto spetta al dipendente in busta paga? Questo ruolo è svolto, in Italia, dai contratti collettivi di settore che individuano i cosiddetti minimi salariali, ovvero, gli importi minimi che devono essere erogati ai dipendenti in base al relativo livello di inquadramento.

Quinto livello commercio: chi ci rientra?

Uno dei contratti collettivi più applicati nel nostro Paese è il Ccnl Commercio che viene generalmente utilizzato per l’assunzione dei dipendenti nel settore commerciale e dei servizi. Al pari degli altri contratti collettivi, il Ccnl Commercio prevede una classificazione del personale su vari livelli a cui corrispondono, dal basso verso l’alto, responsabilità sempre maggiori e mansioni sempre più impegnative.

Ma chi rientra nel quinto livello? Leggendo la declaratoria contrattuale si può verificare che appartengono al V livello Ccnl Commercio i lavoratori che eseguono lavori qualificati per la cui esecuzione sono richieste normali conoscenze e adeguate capacità tecnico pratiche, comunque conseguite.

Nel dettaglio, fanno parte del quinto livello le seguenti figure professionali:

  1. fatturista;
  2. preparatore di commissioni;
  3. informatore negli istituti di informazioni commerciali;
  4. addetto di biblioteca circolante;
  5. addetto al controllo delle vendite;
  6. addetto ai negozi o filiali di esposizioni;
  7. addetto al riscontro, controllo e conteggio presso le aziende di distribuzione di libri, riviste e giornali e le agenzie giornalistiche;
  8. pratico di laboratorio chimico;
  9. dattilografo;
  10. archivista, protocollista;
  11. schedarista;
  12. codificatore;
  13. operatore di macchine perforatrici e verificatrici;
  14. campionarista, prezzista;
  15. addetto all’applicazione dei prezzi unitari sulle copie delle note di accompagnamento presso le aziende di distribuzione di giornali, libri e riviste;
  16. addetto al materiale distribuzione di giornali e riviste nelle agenzie giornalistiche;
  17. addetto al controllo e alla verifica delle merci;
  18. addetto al centralino telefonico;
  19. aiuto-commesso nelle aziende di vendita di prodotti dell’alimentazione generale;
  20. aiuto banconiere di spacci di carne;
  21. aiutante commesso;
  22. conducente di autovetture;
  23. addetto alle operazioni ausiliarie alla vendita;
  24. addetto all’insieme delle operazioni nei magazzini di smistamento, centri di distribuzione e/o depositi;
  25. operaio qualificato.

L’elencazione contenuta nel Ccnl ha valore puramente indicativo e possono, dunque, essere inquadrati nel quinto livello anche altri ruoli aziendali di valore equivalente benché non espressamente compresi nella predetta elencazione.

Quanto prende un quinto livello commercio?

Come abbiamo detto, i minimi salariali previsti dalla contrattazione collettiva tendono a modificarsi nel tempo e, in particolare, quando viene rinnovato il contratto, si prevedono degli aumenti di tali valori nel corso del tempo.

Allo stato attuale la retribuzione minima spettante ad un lavoratore assunto con inquadramento al quinto livello del contratto commercio è pari ad uno stipendio mensile complessivo pari a 1.511,02 euro di cui:

  • 987,01 euro a titolo di paga base;
  • 521,94 euro a titolo di indennità di contingenza ed Edr (elemento distinto della retribuzione);
  • 2,07 euro a titolo di terzo elemento.

I predetti importi vengono erogati per quattordici mensilità e sono lordi.


note

[1] Art. 36 Cost.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube