Diritto e Fisco | Articoli

Equitalia: nulle le cartelle notificate al coinquilino


Equitalia: nulle le cartelle notificate al coinquilino

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 febbraio 2014



La notifica è valida solo se consegnata a un addetto alla casa o a un parente: ad essi non può essere equiparata la persona che coabita con il destinatario dell’atto fiscale.

Se il postino consegna la cartella esattoriale di Equitalia al coinquilino e non all’effettivo destinatario, la notifica è nulla. Infatti la legge prescrive che la consegna, affinché sia valida, deve essere effettuata in favore di un addetto alla casa o un parente.

Lo ha detto stamane la Cassazione con un’ordinanza pubblicata poche ore fa [1].

Secondo la Corte il coinquilino non può essere equiparato a una persona “addetta alla casa”. Pertanto la legge non prevede alcuna possibilità di consegnare a quest’ultimo gli atti fiscali indirizzati ad un altro soggetto convivente nello stesso appartamento.

La consegna della copia a persona, che, pur coabitando con il destinatario, non sia a lui legata da rapporto di parentela o non sia addetta alla casa non può considerarsi valida.

Pertanto la notifica è nulla.

Ovviamente, qualora si accorga di tale vizio, l’Agente per la riscossione potrà sempre provvedere a notificare un nuovo atto, ma sempre che il credito non sia oramai prescritto…

note

[1] Cass. ord. n. 2705 del 6.02.2014.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI