Diritto e Fisco | Articoli

La Polizia può violare le norme del Codice della Strada?

20 Febbraio 2021
La Polizia può violare le norme del Codice della Strada?

Un’auto della Polizia può transitare sulla corsia riservata ai mezzi pubblici di trasporto? Quando, in altre parole, un mezzo delle forze dell’ordine può violare le norme del Codice della Strada?

L’articolo 177, comma 2, del Codice della Strada (decreto legislativo n. 285 del 1992) stabilisce chiaramente che i conducenti dei veicoli indicati nel comma 1 (tra cui i conducenti di motoveicoli ed autoveicoli adibiti a servizi di polizia) nell’espletamento di servizi urgenti di istituto, qualora usino congiuntamente il dispositivo acustico supplementare di allarme e quello di segnalazione visiva a luce lampeggiante blu non sono tenuti a osservare gli obblighi, i divieti e le limitazioni relativi alla circolazione, le prescrizioni della segnaletica stradale e le norme di comportamento in genere, ad eccezione delle segnalazioni degli agenti del traffico e nel rispetto comunque delle regole di comune prudenza e diligenza.

La norma appena citata esonera quindi i conducenti di motoveicoli ed autoveicoli adibiti a servizi di polizia (quindi motoveicoli ed autoveicoli della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia locale ecc.) dal rispetto di obblighi, divieti e limitazioni relativi alla circolazione, delle prescrizioni della segnaletica stradale e delle norme di comportamento in genere, se ricorrono le seguenti condizioni:

  • il veicolo deve espletare un servizio urgente di istituto;
  • il veicolo deve azionare contemporaneamente l’allarme acustico (la cosiddetta “sirena”) e il lampeggiante blu.

In ogni caso, devono essere sempre rispettate le eventuali segnalazioni degli agenti del traffico e le regole comuni di prudenza e diligenza.

Pertanto, premesso che:

  • l’articolo 7, comma 1, lettera i) del Codice della Strada dà facoltà ai Comuni di riservare strade o corsie alla circolazione dei veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto;
  • l’articolo 7, comma 14, del Codice della Strada sanziona chiunque (senza eccezione e quindi anche i conducenti di mezzi adibiti a servizi di polizia) viola gli obblighi, divieti o limitazioni previsti nello stesso articolo 7;

tutto ciò premesso, se nel caso da lei descritto il conducente dell’autoveicolo della Polizia di Stato ha impiegato la corsia riservata esclusivamente al transito dei mezzi del trasporto pubblico, senza azionare contemporaneamente il lampeggiante blu e il dispositivo acustico di allarme o senza che vi fosse un servizio urgente di istituto, allora la sua condotta era sanzionabile ai sensi dell’articolo 7, comma 14, del Codice della Strada sopra indicato.

Il contenuto dell’articolo 177, comma 2, del Codice della strada (che individua, mi ripeto, le condizioni che autorizzano il conducente di un mezzo adibito a servizio di polizia al mancato rispetto delle norme del Codice della strada) è stato confermato, e non avrebbe potuto essere altrimenti, dalla Corte di Cassazione con sentenza n. 3.503 del 23 febbraio 2016 che ha aggiunto che il conducente di un mezzo di polizia, di un’ambulanza o di un mezzo dei vigili del fuoco, anche se circola per espletare un servizio urgente di istituto con sirene e lampeggiante blu azionati, deve comunque (cito testualmente dalla sentenza) “non anteporre il proprio diritto di urgenza o di precedenza alla sicurezza e alla vita degli utenti della strada, sicché è tenuto a contemperarlo con l’esigenza di non nuocere gravemente agli altri”.

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Angelo Forte



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube