Diritto e Fisco | Articoli

Obbligo di pagare l’affitto di casa con assegno o con bonifico

10 febbraio 2014 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 10 febbraio 2014



Non più contanti al padrone di casa, per pagare l’affitto è necessario essere titolari di un conto corrente.

D. – Con l’entrata in vigore della nuova Legge di Stabilità 2014, posso pagare in contanti l’affitto di casa?

R. – No, la nuova Legge di Stabilità, in deroga al limite di 1.000 euro che rende comunque legittimi i pagamenti in contanti, ha disposto l’obbligo di eseguire il pagamento dei canoni di affitto mensili di immobili ad uso abitativo, con mezzi diversi dal denaro contante (in sostanza bonifici e assegni).

Introducendo tale obbligo, il legislatore, oltre ad assicurare la tracciabilità necessaria per garantire il rispetto dei patti contrattuali tra proprietario e conduttore, fornisce altresì indirettamente agli organi accertatori e verificatori dell’erario, una concreta prova atta a stabilire l’esatto ed incontrovertibile ammontare della redditività derivante dal possesso di beni immobili. Inoltre, sempre al fine di contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale, con l’entrata in vigore di tale legge, sono stati altresì attribuiti ai comuni, attività di monitoraggio dei contratti.

note

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI