HOME Articoli

Lo sai che? Pillola del giorno dopo: farmaco abortivo o contraccettivo?

Lo sai che? Pubblicato il 10 febbraio 2014

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 10 febbraio 2014

Cambia il bugiardino del farmaco a base di Lovonogestrel.

Cambia il bugiardino della cosiddetta “pillola del giorno dopo”. Dopo il consenso raggiunto all’interno della comunità scientifica, la pillola del giorno dopo è ora ufficialmente qualificata come farmaco “contraccettivo” e non “abortivo”. Sarà così aggiornato il foglio illustrativo interno alle confezioni, per effetto della revisione della scheda tecnica operata dall’Agenzia del Farmaco (Aifa) ed appena pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

Il bugiardino, quindi, non conterrà più la vecchia dicitura secondo cui “il farmaco potrebbe anche impedire l’impianto“. Ad essa sarà sostituita la seguente formula: “il farmaco inibisce o ritarda l’ovulazione“.

Si colma così un gap noto da anni a tutta la comunità scientifica e si corregge una vecchia scheda tecnica che risale al 2000.

Emilio Arisi, presidente della la Società Medica Italiana per la Contraccezione (Smic) commenta la novità con queste osservazioni: “Cade definitivamente l’appiglio che consentiva ai medici obiettori di coscienza di precludere il diritto ad accedere alla contraccezione d’emergenza, nascondendosi dietro la sua presunta abortività”.

Insomma, da oggi non solo per la scienza, ma anche per il bugiardino, la pillola del giorno dopo sarà considerata un farmaco contraccettivo.

note

 


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI