I «furbetti» del vaccino restano senza la seconda dose 

16 Febbraio 2021 | Autore:
I «furbetti» del vaccino restano senza la seconda dose 

Il Tar esclude che chi ha fatto abusivamente la prima iniezione possa ottenere il richiamo: la campagna vaccinale va svolta a favore degli aventi diritto.

Chi ha saltato la fila ed è riuscito ad ottenere la prima dose di vaccino non avrà nessun diritto a ricevere la seconda: così ha stabilito il Tar di Catania [1] che ha respinto il ricorso di un gruppo di persone inserite nella lista senza averne titolo ed ha perciò sospeso nei loro confronti la somministrazione della dose di richiamo.

Gli esclusi non avranno un danno alla salute: il giudice ha sottolineato nella motivazione che «non risultano evidenze scientifiche di eventuali rischi derivanti dalla mancata somministrazione della seconda dose, se non quello della possibile inefficacia del vaccino», e questo effetto li riporterebbe alla situazione precedente al momento in cui avevano «avuto accesso alla prima dose, pur non avendone diritto».

Inoltre, il giudice amministrativo rassicura che «non c’è alcuna evidenza scientifica che l’effetto della prima dose vaccinale possa perdurare nel tempo, tenuto conto anche che nelle informazioni relative all’utilizzo del farmaco pubblicate sul sito dell’Ema, addirittura in caso di sovradosaggio, e non sono state indicate reazioni avverse».

Era stata la stessa Regione Sicilia a bloccare, con un provvedimento adottato dall’Assessorato alla Salute, la seconda dose ai non aventi diritto; così gli esclusi avevano proposto ricorso al Tar impugnando quel provvedimento e lamentando il rischio di effetti dannosi per la salute derivanti dalla mancata somministrazione della seconda dose e dal fatto di dover essere sottoposti, in seguito, ad un nuovo ed intero ciclo vaccinale.

Il tribunale invece ha bocciato la loro tesi con un provvedimento monocratico cautelare emesso dal presidente di Sezione, che ha respinto la richiesta di sospensiva; l’udienza collegiale si svolgerà il prossimo 11 marzo.

Nella motivazione del decreto, si legge anche come l’interesse da tutelare non è il risparmio di spesa, ma quello di «garantire il regolare proseguimento della campagna vaccinale nei confronti degli aventi diritto, tenuto conto del contingentamento del numero delle dosi di vaccino».

Il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha commentato così la pronuncia del giudice: «La decisione del Tar di Catania conferma la nostra valutazione e il valore non solo etico della scelta adottata. Siamo impegnati nella fase più importante della emergenza, quella della vaccinazione, e non sono ammesse scorciatoie». Ed ha affermato che il piano vaccinale siciliano prosegue: «Da domani si parte anche in Sicilia con AstraZeneca e spero che presto riusciremo ad avere più dosi di vaccino per mettere in sicurezza tutti gli anziani, le persone fragili e le categorie più esposte».


note

[1] Tar Catania, Decreto n.102 del 13 febbraio 2021.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

7 Commenti

  1. Certo che anche in un periodo come questo non mancano i soggetti senza alcuna morale. vorrei sapere tanto chi sono questi furbetti che hanno voluto saltare il turno anticipando il vaccino a discapito di chi ne ha veramente bisogno ed è sempre in prima linea a rischio di esposizione al covid-19

  2. Sciacalli! Non si rendono conto che così facendo si rallenta la somministrazione e si va a colpire l’efficienza del piano vaccinale? Ma si rendono conto della gravità della loro condotta? Vorrei sapere come sia possibile che certi riescano a sorpassare coloro che hanno tutto il diritto di avere la precedenza

  3. Per me, passassero pure avanti, tanto io non ho alcuna intenzione di farmi il vaccino. Chissà cosa mi somministrano. Parlano del flop di AstraZeneca. e per me possono farselo, tanto con queste nuove varianti da quello che sto ascoltando non è certo che il vaccino risulti efficace

  4. Io vorrei solo far capire ai vaccinati che ricevere il vaccino non significa porre fine alle accortezze da seguire come indossare la mascherina, igienizzarsi e mantenere il distanziamento sociale, perché il vaccinato non si ammala ma può trasmettere il virus agli altri… Quindi, siate responsabili gentilmente

  5. Mi chiedo perché stanno spingendo così tanto su questi vaccini e non sulla possibilità di trovare una cura per favorire la guarigione di chi dovesse ammalarsi? Qui, ci sono in gioco troppi interessi economici delle case farmaceutiche e si vuole mirare ad accelerare la campagna vaccinale perché se si diffonde ancora di più la variante inglese, siamo con l’acqua alla gola e sarà difficile assicurarsi l’efficacia del vaccino

  6. Israele ci ha dato un bell’esempio sulla vaccinazione, ma stamattina ho letto di un improvviso rallentamento a causa di una campagna di disinformazione online che sta frenando la corsa alla somministrazione del vaccino… C’è una certa riluttanza di alcuni gruppi della popolazione a farsi vaccinare ed è per questo che i numeri dei contagiati rimangono alti!

  7. Il mondo è bello perché è vario, se non ci fossero i furbetti non esisterebbero gli onesti, quindi non ha senso inveire su questi esseri, sarebbe più produttivo agire per rendere più fertile il terreno dei secondi.
    Negargli la seconda dose vuol dire far perdere la prima e comunque rifargliela una seconda. E se invece, se la legislazione non lo prevede, i solerti “legislatori” avessero, prima del Tar, emesso nel volgere di un baleno un Decreto sia pure con retroattività per fargliela pagar cara con multa od altro, tanto si sa bene chi sono! Questo no, sarebbe incostituzionale?
    Mi sembra un altro voto a favore del postulato di Mao “quando è grande il disordine sotto il cielo, la situazione è eccellente”

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube