Diritto e Fisco | Articoli

Guardia medica spedisce al pronto soccorso: è omissione d’atti d’ufficio

10 Febbraio 2014
Guardia medica spedisce al pronto soccorso: è omissione d’atti d’ufficio

Scatta l’omissione d’atti d’ufficio per la guardia medica che non visita il ferito, dirottandolo invece al pronto soccorso.

La guardia medica ha l’obbligo di visitare il paziente e di prestargli le cure urgenti prima, eventualmente, di spedirlo al pronto soccorso. Infatti, integra il reato di “omissione d’atti d’ufficio[1] la condotta del sanitario che si limita a prescrivere un’impegnativa per controllo specialistico.

Lo ha detto la Cassazione in una sentenza pubblicata questa mattina [2]. Secondo la Corte è responsabile penalmente la guardia medica che si rifiuti di prestare al paziente, con evidenti ferite sanguinanti (o altre gravi patologie che richiedano un intervento immediato), le cure più urgenti limitandosi a predisporre un’impegnativa per una visita chirurgica.

Per condotte di questo tipo il codice penale prevede una condanna da sei mesi a due anni [1].

Tutte le volte che la patologia del malato richiede l’immediato intervento del sanitario, quest’ultimo è chiamato all’esercizio delle sue funzioni. Il medico non può quindi rifiutare indebitamente il compimento di atti del proprio ufficio da espletare, per ragioni di sanità, senza ritardo.


note

[1] Art. 328 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 6140 del 10.02.14.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube