Moduli | Articoli

Segnalazione edificio pericolante

18 Giugno 2021 | Autore:
Segnalazione edificio pericolante

In una situazione di grave pericolo, può essere richiesta l’esecuzione di opere urgenti in uno stabile, all’amministratore del condominio oppure al sindaco.

Nel condominio nel quale abiti, un cornicione pericolante sta provocando la caduta di calcinacci sul marciapiede sottostante. Si tratta di una problematica da risolvere senza indugi al fine di evitare che si creino danni sia a persone sia a cose. In questa ipotesi, la prima cosa da fare è di inviare all’amministratore una segnalazione di edificio pericolante affinché questi intervenga tempestivamente.

Il Codice civile, infatti, prevede che se devono essere effettuati dei lavori di manutenzione straordinaria che rivestono il carattere di urgenza, l’amministratore può ordinarne l’esecuzione anche senza preventiva autorizzazione dell’assemblea. Deve, però, riferirne nella prima riunione utile [1], in quanto l’assemblea deve ratificare il suo operato e le spese sostenute, altrimenti non può richiedere alcun rimborso. Se non vi è urgenza, invece, l’amministratore non può ordinare interventi non ricompresi nel preventivo di gestione per la manutenzione ordinaria cioè, più semplicemente, lavori di manutenzione straordinaria, i quali devono essere preventivamente autorizzati dall’assemblea condominiale.

Segnalazione di edificio pericolante: qual è il contenuto?

La segnalazione di edificio pericolante da inviare all’amministratore di condominio, va fatta per iscritto mediante raccomandata con ricevuta di ritorno così da avere certezza sulla data di effettivo ricevimento.

La missiva deve:

  • contenere la descrizione della problematica lamentata (ad esempio, presenza di cornicioni pericolanti, infiltrazioni dal tetto, impianti pericolosi, ecc.);
  • evidenziare la necessità di effettuare un intervento di manutenzione straordinaria;
  • sottolineare l’urgenza e l’improrogabilità dell’intervento al fine di evitare un aggravamento della situazione di pericolo e la produzione di danni a persone e cose.

Per la predetta segnalazione di edificio pericolante, è possibile utilizzare il modulo che si trova nell’apposito box sottostante, adattandolo alle proprie esigenze.

Edificio pericolante: può agire il singolo condomino?

In caso di edificio pericolante, il singolo condomino può intervenire in prima persona, solo se le opere devono essere eseguite senza ritardo e non vi sono i tempi necessari per avvisare l’amministratore e gli altri condòmini. Può, cioè, incaricare una ditta per la realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria, anticipando i costi di tasca propria.

Successivamente, può chiedere il rimborso delle spese urgenti sostenute all’assemblea e all’amministratore. Infatti, secondo la Suprema Corte di Cassazione, il condomino che, in mancanza di autorizzazione dell’amministratore o dell’assemblea, ha anticipato le spese di conservazione della cosa comune, ha diritto al rimborso purché ne dimostri l’urgenza, ossia che le opere, per evitare un possibile nocumento a sé, a terzi od alla cosa comune, dovevano essere eseguite senza ritardo e senza possibilità di avvertire tempestivamente l’amministratore o gli altri condòmini [2].

Quali poteri ha il sindaco in caso di edificio pericolante?

A norma del T.U. degli Enti Pubblici [3] il sindaco deve intervenire per prevenire ed eliminare gravi pericoli che possono recare pregiudizio all’incolumità pubblica o alla sicurezza urbana. Perciò, in caso di edificio pericolante, il condomino o l’amministratore di condominio possono ricorrere al sindaco, chiedendo la pronuncia di un’ordinanza che obblighi il condominio ad eseguire i lavori urgenti.

Il sindaco, altresì, può pronunciare la predetta ordinanza anche d’ufficio qualora la stessa amministrazione comunale abbia riscontrato la presenza della situazione di pericolo.

Peraltro, il provvedimento comunale che impone la realizzazione degli interventi urgenti, intanto può essere adottato in quanto sono presenti tre specifici requisiti:

  1. un grave pericolo, dal quale deriva una concreta minaccia all’incolumità pubblica o alla sicurezza urbana;
  2. una situazione contingente, ovvero imprevedibile ed eccezionale, che non può essere risolta con mezzi ordinari;
  3. un’urgenza, determinata dalla pericolosità, tale da richiedere l’adozione di un provvedimento straordinario.

Se il condominio non esegue i lavori urgenti, le opere verranno effettuate a spese dell’amministrazione comunale, la quale, poi, agirà esecutivamente nei confronti dei singoli condòmini per il recupero forzato delle somme anticipate. Inoltre, i proprietari degli appartamenti risponderanno in sede penale per il reato di mancata esecuzione degli ordini di un’autorità pubblica.


Modulo lettera segnalazione edificio pericolante amministratore condominio

Egr. Sig.__________

n.q. amministratore del Condominio di via/piazza________, città____________

via/piazza________

città_________

RACCOMANDATA A.R.

OGGETTO: segnalazione edificio pericolante e contestuale richiesta di intervento urgente.

La presente per informarla che presso il condominio di via _______, da Lei amministrato e nel quale lo scrivente abita, si pone la necessità di effettuare un intervento di manutenzione straordinaria causa ____________(descrivere la situazione di urgenza: presenza di cornicioni pericolanti, infiltrazioni dal tetto, impianti pericolosi, ecc.).

Considerata l’urgenza e l’improrogabilità di tale intervento al fine di evitare l’aggravamento del danno e di garantire l’incolumità altrui, La invito, in forza delle attribuzioni che l’articolo 1135, 2° comma, del Codice Civile Le conferisce, ad intervenire con la massima celerità.

Distinti saluti.

Luogo e data

Firma

note

[1] Art. 1135 co. 2 cod. civ.

[2] Cass. Civ. sent. n. 18759/2016.

[3] Art. 54 co. IV D. Lgs. n. 267/2000 (Testo Unico Enti Locali).


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube