Diritto e Fisco | Articoli

Caduta su lastra di ghiaccio: nessun risarcimento


Caduta su lastra di ghiaccio: nessun risarcimento

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 febbraio 2014



Sono caduto su una lastra di ghiaccio che ho trovato la mattina subito dopo la porta del palazzo in cui vivo, sullo spiazzo che comunque è di proprietà condominiale: posso chiedere il risarcimento al condominio?

La presenza di ghiaccio sulla soglia del portone di un condominio, causata delle basse temperature, è circostanza non solo evidentemente prevedibile di mattina in pieno inverno, ma anche concretamente percepibile e visibile dal passante. L’ostacolo costituito dalla superficie resa scivolosa dal gelo non costituisce dunque una insidia se è percepibile ed è comunque agevolmente superabile con la normale attenzione dell’utente.

Pertanto, la causa della caduta del passante non può essere ricondotta, in tali casi, alla responsabilità del condominio e alla mancata manutenzione delle parti comuni, ma unicamente alla disattenzione del danneggiato, senza la quale, in concreto, la caduta non si sarebbe verificata.

Questo orientamento è stato recentemente confermato da una sentenza della corte di appello di Milano [1].

note

[1] C. App. Milano, sent. n. 4268 del 20.11.2013.

Autore immagine: 123rf.com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI