Diritto e Fisco | Articoli

È valida la donazione fatta a chi deve ancora nascere?

11 Febbraio 2014 | Autore:
È valida la donazione fatta a chi deve ancora nascere?

La legge consente di donare dei beni ad un soggetto che deve ancora nascere o che ancora non è stato concepito.

È possibile effettuare una donazione a favore di chi deve ancora nascere ma essa è valida solo se ricorrono alcune condizioni. Innanzitutto il beneficiario della donazione deve:

essere già stato concepito: la donazione sarà valida se il bambino nascerà entro trecento giorni dalla data della donazione (se nascerà oltre questo termine, la donazione sarà nulla e si considererà come mai effettuata);

– oppure, se non è ancora stato concepito, essere figlio di una persona vivente al momento in cui la donazione è effettuata.

La donazione fatta a favore di chi deve ancora nascere deve essere accettata da coloro che, una volta nato il beneficiario, ne avranno la rappresentanza legale (generalmente i genitori). Una volta accettata la donazione è irrevocabile.

Tra il momento della donazione e quello della nascita del beneficiario i beni donati rimangono di proprietà del donante (o dei suoi eredi) il quale li amministra e gestisce senza cederli o venderli ad altri soggetti.

Nel frattempo i beni potrebbero produrre dei frutti (per esempio interessi se si tratta di una somma di denaro): questi ultimi spettano tutti al beneficiario della donazione. Tuttavia, se questi non è stato ancora concepito al momento della donazione, i frutti maturati fino alla sua nascita restano al donante.

Il donante può comunque disciplinare diversamente la titolarità dei frutti dei beni donati al nascituro e prevedere, per esempio, che questi restino nelle proprie mani anche quando il bambino è già stato concepito.

Una volta nato, il beneficiario diventa proprietario dei beni ricevuti in donazione che, fino a quando egli non ne potrà disporre, sono amministrati e tutelati nel suo interesse dai rappresentanti legali (entrambe i genitori o il solo genitore che ha la potestà esclusiva).


note

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube