Anche un bacio sulla guancia può essere violenza sessuale

18 Febbraio 2021
Anche un bacio sulla guancia può essere violenza sessuale

Perfino un gesto apparentemente innocuo può essere considerato reato quando fa parte di un complesso di comportamenti che incidono sulla libertà della persona.

Un bacio sulla guancia può essere ritenuto un atto sessuale? A naso, verrebbe da dire di no. In realtà, non solo in alcuni casi può acquisire una connotazione sessuale, ma può essere anche ritenuto alla stregua di una violenza.

Ci sono diverse sentenze della Cassazione in tal senso [1]. L’ultima risale a pochi giorni fa, precisamente al 17 febbraio [2]. I giudici della Suprema Corte hanno confermato la condanna di un uomo per il reato di violenza sessuale.

L’imputato aveva dato a una donna un bacio sulla guancia, le aveva fatto una serie di complimenti e sfiorato il seno. Il tutto sarebbe avvenuto sul posto di lavoro di lei, che stava sistemando la copertura dei sedili dell’automobile di lui.

Questa serie di gesti gli era valsa una condanna sia in primo grado, sia davanti alla Corte d’Appello. Ritenendo di non aver violentato nessuno, l’uomo aveva fatto ricorso fino in Cassazione per affermare la sua totale buona fede.

Il suo difensore ha ridimensionato ognuno degli atteggiamenti contestati sul capo di imputazione. A cominciare dal bacio sulla guancia, comportamento, secondo il legale, «privo di rilevanza penale, essendosi limitato l’uomo a un semplice gesto di cortesia». Questo tipo di bacio, peraltro, non coinvolge una zona erogena del corpo. L’avvocato ha anche evidenziato come la donna non abbia «palesato al riguardo alcun fastidio» e come il gesto fosse stato «frainteso a posteriori».

Quanto al seno sfiorato, è stato un atto del tutto involontario, ha precisato l’imputato tramite il suo legale. Un «incidente», avvenuto mentre i due stavano sistemando la gomma piuma a copertura dei sedili dell’auto, mansione che competeva alla donna, in quanto rientrante nella sua attività lavorativa. «L’uomo tentò di aiutarla – ha spiegato il difensore – venendo occasionalmente e senza alcuna volontà in contatto con il seno della donna». «Nessuna valenza erotica», dunque, secondo la difesa: né al bacio, né ai complimenti, né al palpeggiamento.

Ma la Corte di Cassazione non è dello stesso parere. Per quanto si possa concordare sul fatto che la guancia non sia una zona erogena e, dunque, un bacio in questo punto del viso non sia un atto sessuale in sé e per sé, ci sono occasioni in cui può diventarlo e diventare, quindi, anche penalmente rilevante. Contestualizzando questo bacio e mettendolo in relazione agli altri atteggiamenti dell’uomo, i giudici ne sottolineano la «modalità repentina e subdola».

La Cassazione, dunque, ha intravisto un pericolo per la donna nel comportamento dell’uomo, perché quel gesto, proprio in quanto «repentino e subdolo», ha in qualche modo inciso sulla sfera sessuale della donna, finendo per invaderla. La portata erotica del comportamento dell’imputato va desunta dal complesso dei suoi atteggiamenti nei confronti della donna.

Il contesto dei fatti, considerati nella loro interezza, è, per la Cassazione, «già idoneo a giustificare una lettura tutt’altro che innocente dell’azione», confermata dal palpeggiamento, di cui viene evidenziata la «valenza sessuale». Da qui, la conferma della sentenza di condanna.


note

[1] Cass. pen. sez. III 23/10/2019, n. 43423; Cass. pen. sez. III 13/02/2007, n. 25112; Cass. pen. sez. III, 12/02/2014, n. 10248;

[2] Cass. pen. sez. III 17/02/2021 n. 6158.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

7 Commenti

  1. Siamo veramente al delirio di quattro vecchi o vecchie che in età avanzata decidono circa questi fatti!!!
    Secondo me c’è il reato di violenza sessuale solo se viene violentato il SESSO ed il sesso come tutti sanno è uno solo.
    Alte cose possono essere violenze varie e dare un bacio anche non voluto o toccare il sedere di una donna è certamente violenza ma non SESSUALE.
    Questa è la mia modesta opinione, Grazie e cordiali saluti.
    Rinaldin Franco

  2. Avrà piu voglia di baciare una donna quel povero uomo in vita sua? A sessi invertiti si sarebbero fatti due risate o detto “beato te”…

    1. Beh, non so se tutti gli uomini possano pensarla come te e ritenersi tanto fortunati in ogni circostanza….se una donna poco piacente ti facesse qualche avances e sfiorasse i tuoi genitali o il tuo fondoschiena, non credo che ti farebbe molto piacere. Ma è tutta un’esagerazione quando si leggono certe notizie no? Pover’uomo non bacerà una donna in vita sua? Ma va… Magari, bisogna comprendere quali sono i limiti da non superare e capire se l’altra persona può essere interessata a ricevere un bacio e acconsente ad essere accarezzata. Non credi?

  3. Ma vi rendete conto che non ruota tutto attorno al bacio sulla guancia? Il soggetto è stato condannato per un insieme di comportamenti. A parte il semplice bacio (che ovviamente da solo non ha alcun significato altrimenti saremmo alla follia più totale), avrebbe anche palpeggiato il seno della donna oltre a farle dei complimenti evidentemente non graditi. Ma voi vi siete soffermati solo sul bacio sulla guancia…Rileggete bene le accuse e poi ne riparliamo!

  4. Si vabbè, ora uno per sbaglio sfiora una donna e viene accusato di violenza sessuale? Può succedere in certi casi che anche una persona sfiori un’altra anche in posti affollati come negli autobus. Ma mica che uno lo fa apposta. Poi, ci sono anche i porci che ne approfittano e quelli andrebbero condannati tutti perché sono dei vermi viscidi. Ma non facciamo di tutta l’erba un fascio. Magari quel tipo non era un malintenzionato come tutti gli altri. Ma il giudice avrà avuto le sue buone ragioni per condannarlo.

  5. Non esageriamo come sempre dicendo che magari il racconto è stato ingigantito e l’avvocato ha dovuto ridimensionare la vicenda. Se la donna si è sentita violentata perché evidentemente quel complesso di atteggiamenti era inequivoco non mi sentirei di dubitare della vittima. Non è il bacio sulla guancia il problema. Lo volete capire?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube