Cronaca | News

Covid: novità sul cambio di colore delle Regioni

18 Febbraio 2021 | Autore:
Covid: novità sul cambio di colore delle Regioni

I territori che rischiano chiedono di restare in fascia gialla: l’Rt è vicino al valore 1, che segna il passaggio in area arancione, ma comunque al di sotto.

In regioni come il Veneto, il Piemonte, il Lazio, la Lombardia e il Friuli Venezia Giulia sono ore di attesa. Ogni venerdì, il report di ministero della Salute e Istituto superiore di sanità (Iss) colora l’Italia di giallo, arancione o rosso a seconda delle aree di rischio. Loro potrebbero passare dalla fascia di minor pericolo a quella intermedia. Questione di numeri e di scarti anche minimi che, però, possono segnare il confine tra un colore e l’altro.

Il valore di 1 è quello da non raggiungere, a livello di indice di trasmissione Rt, se si vuole restare in zona gialla. In caso contrario, il territorio diventa zona arancione. A tutte le regioni menzionate manca pochissimo per colorarsi di arancio. Il Lazio, per esempio, è a 0,95: al limite, più o meno come la Lombardia. Poco più sotto, il Veneto (0,78) e il Friuli (0,74) ma, come afferma anche «il doge» Luca Zaia, governatore veneto, «bisogna comunque fare attenzione all’Rt, perché è in leggera crescita».

«Tutti gli altri parametri come i ricoveri, anche in terapia intensiva, sono abbondantemente sotto la linea che potrebbe farci scattare in zona arancione – prosegue il presidente della Regione Veneto -. Oggi abbiamo un’incidenza al 3,13%, bassa, ma siamo passati in pochi giorni dall’1 al 3%: lo dico a chi pensa che sia il momento di fare festa con il “liberi tutti”».

A non far stare troppo tranquilli non è solo l’eventuale passaggio in zona arancione, ma anche la diffusione delle varianti del Coronavirus. In Veneto, ce ne sono quattro preoccupanti e «da monitorare – spiega la dottoressa Antonia Ricci, direttrice generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie -: hanno caratteristiche che potrebbero renderle più contagiose e pericolose». Tra queste, le mutazioni provenienti dalla Gran Bretagna, dal Brasile e dal Sudafrica.

Le Regioni più a rischio di passare in zona arancione hanno inviato una comunicazione per chiedere di rimanere in fascia gialla. «Il verdetto spetta al Comitato tecnico scientifico (Cts), quindi a Roma, ma il nostro Rt, anche se in crescita resta pur sempre sotto al valore di 1. Quindi i numeri sono da zona gialla», ha fatto notare il presidente del Piemonte Alberto Cirio.

Anche il vice governatore del Friuli, Riccardo Riccardi, rivendica un Rt inferiore alla soglia limite: «A meno che non si cambi qualche parametro di definizione nella classificazione, non vedo perché noi, con questi numeri, dovremmo andare in una zona diversa da quella gialla. I dati arrivati ieri sera sono tutti in riduzione».

Tremano Lazio e Lombardia. «Spero di non andare in zona arancione – ha dichiarato il presidente lombardo Attilio Fontana -, lo spero e mi auguro che non si verifichi questa situazione: i dati ufficiali non sono ancora arrivati, con il Cts ci si confronta il venerdì. Chiedo, se fosse possibile, di anticipare la decisione perché i dati li hanno martedì. Purtroppo è un dato di fatto acquisito che con le chiusure i dati migliorano, con le aperture più larghe aumentano i dati che peggiorano».

L’assessore regionale alla Salute Alessio D’Amato si rimette alla Cabina di regia che, ogni settimana, esamina i dati. «Attendiamo le valutazioni finali dell’Istituto superiore di sanità – dice – ma, con i nostri numeri, pensiamo di poter rimanere gialli».



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube