Diritto e Fisco | Articoli

Quanti non pagano il canone RAI?


Quanti non pagano il canone RAI?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 13 febbraio 2014



Canone, “solleciti” a quota 5 milioni.

Un quarto delle famiglie italiane non paga il canone Rai, ma l’agenzia delle Entrate e la Tv di Stato, che con i propri uffici gestisce il canone in convenzione con l’amministrazione finanziaria, non demordono: incrociando gli archivi degli “abbonati” con quelli delle anagrafi comunali hanno inviato oltre 5 milioni di lettere, 3 milioni di avvisi di pagamento e solleciti, 500mila cartelle e gli agenti Rai bussano ogni anno a 300mila porte per ispezioni e controlli.

I dati sono stati forniti ieri dall’agenzia delle Entrate in risposta alla domanda proposta nel question Time alla commissione Finanze della Camera da Filippo Busin (Lega Nord).

A pagare il canone sono 16,8 milioni di famiglie, e da questo dato l’amministrazione stima che siano 5,9 milioni i “morosi” all’appuntamento con la tassa di possesso. I problemi sono più intensi al Sud, e raggiungono il loro picco in Campania, dove il 43,2% delle famiglie non rientra fra gli abbonati, mentre in Sicilia il tasso è al 42,2 per cento.

La palma della Regione più virtuosa va invece alla Toscana, con un 84% di famiglie abbonate, seguita da Friuli Venezia Giulia e Alto Adige (82%), mentre il dato peggiore del Nord si incontra in Piemonte (26,8% di potenziali evasori).

Ma controlli a parte, per far fare al canone uno scatto in avanti e aiutare i conti Rai in difficoltà (come sottolineato dalla Corte dei conti in una relazione diffusa ieri: si veda l’articolo a pagina 43), secondo l’agenzia delle Entrate servirebbe una decisa rinfrescata al quadro normativo, che “risale al 1938 e risulta ormai oggettivamente obsoleto rispetto all’evoluzione tecnologica e sociale”.

Una norma sulla televisione nata quando c’era solo la radio Eiar, in effetti, fatica a tenere il passo di un’epoca di tablet, smartphone e “supporti” di ogni genere, spesso “atti o adattabili alla ricezione di segnale radiotelevisivo” come recita la norma. Una sua applicazione puntuale moltiplicherebbe i bollettini da pagare, ma i dati mostrano che per ora già il versamento da parte dei “soli” proprietari di televisione è un problema ancora lontano dalla soluzione.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

4 Commenti

    1. ADESSO, LO PAGANO TUTTI, PER UN SERVIZIO TOTALMENTE SCADENTE E FONTI FALZE DI INFORMAZIONE BEFFATI DA UNO STATO LADRONE INFAME ARROGANTE ENNESIMA TARTASSA ENNESIMA TRUFFA AL CITTADINO IN QUANTO CON LE TARTASSE TOTALI A FOTTERE IL CANONE E MOLTO ALTRO LO PAGHIAMO DA SEMPRE PANTALONE!!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI