Diritto e Fisco | Articoli

Responsabilità avvocato: nessun risarcimento al cliente se la causa aveva poche chance

13 Febbraio 2014
Responsabilità avvocato: nessun risarcimento al cliente se la causa aveva poche chance

Se l’assistito non ha significative possibilità di vittoria, anche la leggerezza più evidente del legale non comporta l’obbligo del risarcimento del danno.

In caso di responsabilità professionale dell’avvocato, anche se il comportamento di quest’ultimo si è macchiato di evidenti colpe, il cliente non può pretendere alcun indennizzo nell’ipotesi in cui, comunque, vi erano scarse possibilità di un esito favorevole della causa.

Dunque, il cliente che voglia ottenere il risarcimento dall’ex legale non deve limitarsi a dimostrare la negligenza professionale di quest’ultimo, ma anche la circostanza che, qualora detto comportamento fosse stato impeccabile, la causa avrebbe avuto un ragionevole margine di successo.

Così è pienamente possibile – per esempio – che un avvocato che abbia commesso una leggerezza inscusabile, come l’aver dimenticato di firmare il proprio atto processuale, possa scampare la condanna se comunque la causa si sarebbe conclusa con una sconfitta dell’assistito.

Si tratta di un principio ormai consolidato in giurisprudenza e recentemente ribadito dalla Cassazione [1].

In generale, affinché si configuri la responsabilità del professionista, il cliente deve provare la sussistenza del danno e del rapporto di causa/effetto fra la condotta del primo e il pregiudizio patito dal mandante. Quando però si tratta dell’avvocato, il giudice deve compiere una ulteriore valutazione di tipo probabilistico sulle chance di successo dell’azione giudiziaria.


note

[1] Cass. sent. n. 3355/14 del 13.02.2014.

Autore immagine: 123rf.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. ma se l’Avvocato si è macchiato d’inadempimento grave, il cliente può farlo accertare e chiedere che l’Avvocato restituisca i denari ricevuti per la fallace prestazione.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube